Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Chieti Teramo 1-2: cronaca | Un buon Chieti non basta, il derby è biancorosso

I teramani si confermano bestia nera per la formazione teatina. Doppio vantaggio ospite nel primo tempo. I neroverdi accorciano le distanze nella ripresa con Rossi

Derby d’Abruzzo all’Angelini tra Chieti e Teramo. I teatini si presentano all’incontro rigenerati dalla “cura De Patre”: sono ben 13, infatti, i punti raccolti nelle 5 sfide con il tecnico giuliese in panchina. I biancorossi, attualmente al secondo posto, hanno vissuto nelle ultime uscite un leggero calo (probabilmente mentale) che non intacca, in ogni caso, il valore di una squadra costruita per vincere il campionato.

CRONACA

Confermate le indiscrezioni della vigilia per quanto riguarda gli undici in campo in casa Chieti. De Patre (squalificato quest’oggi) torna al 4-4-2 ed opta per Gallinetta in porta (Robertiello è squalificato), De Giorgi, Turi, Dascoli e Terrenzio in difesa. A centrocampo sugli esterni agiscono Berardino e Rossi, mentre in mediana operano Della Penna e Borgese. In attacco la coppia gol Guidone-Cinque. Nel Teramo debutto dal primo minuto dell’ex Nicola Fiore. Pericolo numero uno dei Diavoli biancorossi è il brasiliano Dimas.

Dopo 5 minuti di gioco già due ammoniti dal direttore di gara Pezzuto. Si tratta di Borgese per il Chieti e Caidi per il Teramo. L’arbitro di Lecce sembra voler tenere in pugno la gara fin da subito per evitare scorrettezze visto il clima elettrico da derby.

Al 6’ punizione di Berardino: la traiettoria supera la barriera ma si spegne alta sopra la traversa. Un minuto dopo gli ospiti rispondono con Arcuri che sfodera un gran destro dal limite su quale si oppone Gallinetta che blocca la sfera in due tempi.

All’11’ è ancora il Teramo pericoloso complice un’indecisione di Gallinetta che tarda l’uscita ma poi rimedia opponendosi al tiro di Casolla.

GOL DEL TERAMO Al 14’ il Teramo passa in vantaggio. Cross da calcio di punizione di Dimas dalla destra che pennella sulla testa di Scipioni che incorna a rete con uno stacco poderoso.

Dopo il vantaggio gli ospiti si rendono ancora pericolosi sui calci piazzati. Il Chieti soffre e fatica a creare azioni offensive.

Al 25’ per i locali ci prova Cinque a rendersi pericoloso con un tiro dalla distanza che per poco non beffa Serraiocco che scivola prima di intercettare la sfera.

Della Penna pericoloso al 36’ con uno dei suoi classici tiri dalla distanza: potentissima la conclusione del numero 4 neroverde sul quale Serraiocco compie un grande intervento e devia il pallone in calcio d’angolo.

Meglio il Chieti nel finale di primo tempo ma al 42’ arriva la mazzata.

RADDOPPIO DEL TERAMO Dimas si stacca dalla marcatura sulla trequarti, attende l’inserimento di Di Paolantonio e lo serve sulla corsa. Splendido il destro a giro del numero 11 biancorosso che non lascia scampo a Gallinetta e si infila sul palo lontano. Termina il primo tempo con il Chieti sotto di due reti.

SECONDO TEMPO

GOL DEL CHIETI I neroverdi partono subito bene nella ripresa e al 5’st accorciano le distanze: palla in area di Guidone per Rossi che si destreggia tra le maglie avversarie e infila Serraiocco con un destro a fil di palo. Gran gol del numero 7 teatino che riaccende le speranze dei supporters di casa.

Il Chieti è galvanizzato dal gol e schiaccia gli ospiti nella propria metà campo. A 17’st cross dalla fascia destra di de Giorgi in area, Guidone impatta la sfera con un colpo di testa in tuffo ma la mira non è buona e il pallone carambola sul fondo.

I neroverdi tentano in tutti i modi di pervenire al pareggio ma il Teramo si dimostra squadra organizzata e non concede particolari occasioni ai padroni di casa.

Il match termina 1-2. Delusione in casa Chieti per la sconfitta. Grinta e cuore non sono bastati quest’oggi  contro la compagine teramana che ha dimostrato di essere non a caso in testa alla classifica (Casertana sconfitta in casa con la Vigor Lamezia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti Teramo 1-2: cronaca | Un buon Chieti non basta, il derby è biancorosso

ChietiToday è in caricamento