menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti Fc conquista la vittoria e il secondo posto in classifica nella giornata neroverde

Un gol di Catalli al 79' del secondo tempo, dopo un inizio partita con poche emozioni, permette ai neroverdi di sorpassare il Martinsicuro e guardare con fiducia al prossimo match contro Real Giulianova

Il derby dell’amicizia tra Umberto Marino e Guido Di Fabio sorride al Chieti Fc, che spezza la serie utile del Martinsicuro che durava da ben quattordici giornate e onora la "giornata neroverde" indetta dalla società. Protagonista di giornata è Giuseppe Catalli, che a dieci minuti dal termine festeggia al meglio la sua decima marcatura stagionale con una prodezza in rovesciata. Tutto l'Angelini esulta: questa rete vale il sorpasso del Martinsicuro e il secondo posto in classifica. Grande rammarico in casa Martinsicuro, per aver fallito il rigore del possibile vantaggio nella prima frazione, quando Salvatore ha deviato sul palo il tiro di Maio.

Al termine della giornata, il Chieti si porta in seconda posizione a 51 punti, con un distacco di 8 dal Real Giulianova, mentre Martinsicuro scivola al terzo posto, restando a 49. E, con i tre punti di ieri, i neroverdi possono guardare al match di Giulianova con rinnovato ottimismo e fiducia nei propri mezzi, sperando di ritrovare già da domenica prossima il bomber Lalli e l’esterno Margarita.

Il tecnico neroverde Marino schiera il Chieti con il 4-3-3, con il trio offensivo composto da Selvallegra, Calderaro e Catalli. Risponde Guido Di Fabio, sempre con il 4-3-3 con Fiscaletti a centrocampo, Maio in attacco, supportato da Nepa e dal giovane Lattanzi, classe 1999.

L'inizio di partita è avaro di emozioni: le due squadre si studiano a centrocampo ed entrambe cercano di sbagliare il meno possibile, considerata la posta in gioco importante. L’unica azione degna di nota è il tiro centrale di Nepa al 19’, che Salvatore blocca. La partita procede sui binari dell’equilibrio, al 24’, però, l’arbitro Mihalache concede un rigore dubbio al Martinsicuro per un fallo a limite dell’area di rigore di Felli su Maio. Vane le proteste teatine: dal dischetto si presenta lo stesso Maio, Salvatore intuisce la direzione del pallone e tocca quanto basta per deviare verso il palo.

Scampato il pericolo, il Chieti inizia a carburare e nel giro di due minuti crea due occasioni pericolose: la prima al 30’ con la bella discesa sulla fascia sinistra di Leone; raccoglie Catalli, che a pochi passi da Osso colpisce il palo. La seconda volta Selvallegra apparecchia per Calderaro, ma questa volta Osso è bravissimo a neutralizzare il tiro. Risponde Maio dalla parte opposta al 35’ con un botta da fuori area, Salvatore blocca. Il Chieti termina la prima frazione in crescendo prendendo gradualmente possesso del centrocampo. Prima del riposo due azioni personali di Calderaro e Selvallegra non vanno a buon fine.

Nella ripresa un ottimo Calderaro dalla distanza colpisce il secondo legno di giornata, ma il Chieti c’è ed rabbioso alla ricerca del gol. I neroverdi alzano i ritmi, Martinsicuro resta rintanato nella propria metà campo a difesa del pareggio. L’unico brivido per la difesa neroverde capita al 54’, quando, dopo una leggerezza difensiva, Maio si ritrova a tu per tu con Salvatore, ma il pallonetto dell’attaccante termina fuori. Il Chieti continua a creare pericoli con Selvallegra e Calderaro che sono la spina nel fianco della difesa ospite.

Dopo i primi 10’ minuti di grande Chieti, il ritmo scema un po’ e la partita continua a rimanere sui binari dell’equilibrio. Il Martinsicuro di tanto in tanto non disdegna di affacciarsi dalle parti di Salvatore senza creare azioni di nota. Al 79’ arriva il vantaggio neroverde: cross perfetto di Calderaro per Catalli, che con una spettacolare rovesciata batte Osso per l’1 a 0. Prodezza di altra categoria del numero 10 che corre verso la Volpi circondato dall’affetto dei propri compagni. Stadio Angelini tutto in piedi a omaggiare Giuseppe Catalli per il bellissimo gesto atletico.

Dopo il gol Marino rinforza il centrocampo con l’ingresso di Comaparelli per Calderaro, che esce tra gli applausi. Il Martinsicuro abbozza una reazione nel finale senza creare occasioni alla retroguardia guidata in modo impeccabile da Fruci. Dopo 4 minuti di recupero, il Chieti Fc vince meritatamente e riconquista il secondo posto in classifica. Grande festa finale sotto la Curva Volpi e la “Giornata Neroverde” può andare in archivio con grande soddisfazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento