menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti domina il derby e si rilancia in classifica col secondo successo consecutivo (75-50)

La squadra del presidente Marchesani brinda nel derby d’Abruzzo contro una Giulianova malconcia in virtù delle tante assenze

Ottima  prova della Teate Basket che hanno dominato nel derby casalingo contro Giulianova a cui pesavano le assenze di Ferraro e Angelucci Un grande Ponziani (26) e in generale un'ottima prova colletiva ai tatini di tenere gli avversari a soli 50 punti. Grazie a questa vittoria, Chieti festeggia il secondo successo consecutivo in stagione rilanciandosi in classifica. Ora ci si prepara per  ad un altro derby: domenica prossima, infatti, si va a Teramo. La società bianocorossa sta organizzando un pullman per i tifosi. 

L’Europa Ovini, sfruttando l’assenza di Ferraro per gli ospiti, prova a far male alla difesa giuliese in post basso con Ponziani che fa subito sentire tutta la sua potenza fisica sotto canestro (9 punti e 5 rimbalzi). Tuttavia Giulianova non si lascia cogliere impreparata a dimostrazione di come questa squadra abbia nella coesione il proprio punto di forza. Complici anche percentuali basse dall’arco (1/9), i teatini non riescono ad allungare chiudendo il primo periodo solo con un possesso pieno di vantaggio, grazie anche alla buona prova di Azzaro (14-11).

L’allungo, invece, arriva all’inizio del secondo quarto come conseguenza di una maggior distribuzione dei punti tra gli uomini di coach Coen e di una quasi perfetta organizzazione difensiva che concede a Giulianova solo due punti in quattro minuti (25-13). Più in generale le due compagini, forse, non riescono a giocare la loro miglior pallacanestro dovendo fare i conti con diversi infortunati (il sopra citato Ferraro e Angelucci per Giulianova, Meluzzi per Chieti). Il problema sembra essere più decisivo per la squadra di coach Ciocca che sprofonda (3/10 da due e 5/20 da tre). Gueye entra in partita con due bombe decisive e termina il primo tempo (43-24).

Dopo la pausa lunga, l’Etomilu Giulianova in visibile difficoltà prova a rimettere sul parquet Azzaro che, dopo essere partito nel quintetto, aveva assistito alla gara dalla panchina perché gravato di quattro falli. Sebbene l’ala contribuisca alla causa dei suoi mettendoci grande grinta e togliendo in più d’un occasione le castagne dal fuoco con canestri importanti, l’Europa Ovini Chieti quest’oggi vive una serata con Ponziani in assetto da guerra (24 e 8 rimbalzi). Ormai gli ospiti sono alle corde e nulla lascia presagire un cambio di rotta nell’inerzia del gioco (61-35).

Chieti alza il piede dell’acceleratore nell’ultima frazione e coach Coen sembra non apprezzare chiamando tempestivamente un time out per resettare il sistema operativo dei suoi. Comunque i giuliesi non sfruttano l’occasione a proprio vantaggio per ridurre il più possibile il gap in vista della differenza canestri tra scontri diretti. Passerella anche per Luca Berardi e Sigismondi. L’Europa Ovini Chieti domina il derby contro una Giulianova incerottata (75-50).

Parziali: 14-11; 43-24 (29-13); 61-35 (18-11); 75-50 (14-15)

Europa Ovini Chieti: Ponziani 26 (11/13, 4/5 tl), Berardi, Gueye 12 (1/1, 2/9, 4/4 tl), Staffieri 5 (1/4, 1/7), Sigismondi, Di Emidio 10 (1/1, 2/7, 2/3 tl), Milojevic 6 (2/2, 2/2 tl), Gialloreto 12 (4/9), Di Carmine 2 (2/2 tl), Rotondo 2 (1/1). Coach Coen, Ass. Coach Perricci, Ass. Coach Cinquegrana.

Tiri da 2: 17/26 (65%), tiri da 3: 9/35 (26%), rimbalzi O/D 32, 8+24, tiri liberi 14/16

Etomilu Giulianova Basket 85: Zollo 4 (2/3), Carrara 5 (1/1, 1/1), Malatesta, Debski NE, Cantarini 5 (1/1, 1/3), Cardellini 6 (2/6), Ricci 13 (3/3, 2/8, 1/1), Azzaro 13 (5/9, 1/5), De Ros 2 (1/5), Gobbato 2 (2/2 tl), Angelucci NE, Ferraro NE. Coach Ciocca, Ass. Coach Francani, Ass. Coach Quaglia.

Tiri da 2: 13/25 (52%), tiri da 3: 7/30 (23%), rimbalzi O/D 23, 2+21, tiri liberi 3/3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento