Il Chieti calcio è tornato in città, oggi primo allenamento a Sant'Anna

I neroverdi svolgono la sessione pomeridiana al campo sportivo comunale "Nazzareno La Rovere" risistemato dalla società

Dopo il pareggio “casalingo” (a Pineto) contro il Cattolica, la buona notizia è che il Chieti è tornato, finalmente, ad allenarsi in città: è pronto, infatti, il campo sportivo “Nazzareno La Rovere” a Chieti, dove è in corso (dalle 15) la sessione pomeridiana di allenamento. La società guidata dal patron Giulio Trevisan e il presidente Antonio Mergiotti ha ultimato i lavori al campo sportivo del quartiere Sant'Anna, impianto che la società ha preso in gestione dal Comune e provveduto a rimettere in sesto con la sistemazione del campo in sintetico la messa in sicurezza della struttura: ultimate, infine, le opere per il ripristino della funzionalità che ha permesso di ottenere il collaudo che certificha la regolare agibilità dell'impianto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la tifoseria chiede a gran voce il ritorno della squadra a Chieti anche e soprattutto per le gare interne: all’esterno dello stadio Angelini è apparso uno striscione con la scritta: “Ridateci l’Angelini”. In questo caso si attende, invece, l’inizio dei lavori di riqualificazione (150mila euro stanziati dalla Regione) per la messa in sicurezza e ripristino del manto erboso dell’impianto comunale: lo stadio in cui la tifoseria teatina vuole tornare al più presto per sostenere i propri calciatori ma che al momento risulta ancora inutilizzabile e in stato di profondo degrado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento