Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Tris del Chieti a Miglianico: i neroverdi restano in vetta e allungano dalla seconda

Due gol nel primo tempo chiudono il risultato, sigillato nella ripresa. I gialloblù non trovano spazio

La capolista Chieti conquista con un tris il Ciavatta di Miglianico, senza lasciare spazio ai gialloblù di mister Maurizio Tacchi, che non riescono a mettere neppure una nota nel match di oggi. I neroverdi blidano il risultato già al termine del primo tempo con un doppio vantaggio. Poi, nella seconda frazione di gioco, sigillano i tre punti con il terzo gol. 

I locali possono recriminare per un errore sottoporta di Polisena nei primi minuti quando il risultato era ancora sullo 0-0. Una gara dal risultato non scontato alla vigilia per la capolista contro il Milglianico visto il doppio pareggio della scorsa  e soprattutto la sconfitta all’Angelini nel girone d’andata. In avvio di gara il Chieti si rende subito pericoloso con Scutti che lavora bene un pallone sulla sinistra, serve al centro Marfisi che da buona positione non riesce a centrare la porta. Al 9’ l’errore incredibile del Miglianico che poteva valere il vantaggio gialloblu:. Polisena salta Alonzi in uscita ma a porta sguarnita conclude addosso a Ronzino appostato sulla linea. Miccichè impegna Ferrara al 14’ con una conclusione da posizione decentrata.  Il Chieti inizia a spingere e al 27’ passa in vantaggio: rapido contropiede dei teatini rifinito da Delgado che serve Miccihè con un traversone al basso al centro, il numero 7 del Chieti è rapido ad anticipare tutti e sigla il gol del vantaggio. I padroni di casa provano a rispondere un minuto dopo con un tiro a giro dai venti metri di Battista sfera di poco al lato. Miccichè è scatentato e semina il panico sull’out di sinistra con tagli improvvisi che lo portano in un paio di circostanze al tiro ma Ferrara si fa trovare pronto.  Poco prima dell’intervallo un destro potente di Marfisi viene bloccato da Cinquino con un braccio  in area. Il direttore di gara fischia il penalty che lo stesso Marfisi trasforma. Si va al riposo sul risultato di 0-2. La ripresa si apre sulla falsa riga del primo tempo. Il Chieti spinge in avanti con padronanza di gioco e i miglianichesi attendono situazioni per  sfruttare le ripartenze. Al 5’st il solito Miccichè si libera per il cross dalla sinistra, Toro colpisce di testa ma la sfera esce di un soffio con Ferrara immobile. Al quarto d’ora i gialloblu provano a riaprire la gara con Orta ma la conclusione dell’esperto attaccante gialloblu è troppo centrale. Al 20’ Delgado è croce e delizia: prima compie una magia per superare due avversari poi esagera e si divora un gol davanti al portiere con una conclusione troppo morbida. Passa un quarto d’ora e gli uomini di Lucarelli chiudono la partita.  Il pressing alto dei teatini permette a toro di recuperare palla in zona offensiva, assist d’oro dell’attaccante spagnolo per Miccichè che gonfia la rete a porta sguarnita. La gara si chiude con gli ultras del Chieti che dedicano un coro a Maurizio Tacchi, oggi allenatore del Miglianico ma con un passato da calciatore in neroverde. Nel finale espulso Caniglia per doppia ammonizione. Il Chieti consolida il primato in classifica portandosi a +3 sulla diretta inseguitrice  Sambuceto.

Tabellino

Miglianico: Ferrara, Caniglia, Pizzica, Cinquino, Martelli, Di Moia G., Morelli (22’st Di Crescenzo), Battista (38’st Cocco), Di Muzio, Polisena (42’st Di Moia S.), Orta. A disp.  Rosano, Di Roberto, Chicchiricco, Pizzitola, Cicolini. All.: Tacchi

Chieti: Alonzi, Ricci 7, Di Lallo 6, Scutti 6,5, Miccichè 8 (35’st Calvarese), Marfisi 7, Farindolini 6 (35’st Di Marco), Delgado 7,5 (27’st Rodia), Morales 7, Toro (40’st Cellucci ng), Ronzino 6,5. A disp. Salvatore, Di Natale, Checchia, Di Ciccio, Sonko. All.: Lucarelli 7

Reti: 27’ Miccichè; 45’ e 34’st  Marfisi (rig.)

Ammonito: Delgado (Ch)

Espulso: Caniglia

Arbitro: Sebastian Petrov di Roma 1(Pennese di Pescara e Mazzocchetti di Teramo).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tris del Chieti a Miglianico: i neroverdi restano in vetta e allungano dalla seconda

ChietiToday è in caricamento