Sport

Il Chieti fermato sul pareggio all'Angelini: festa promozione rinviata

Contro l'Avezzano i neroverdi non riescono a conquistare i tre punti. Mercoledì a Capistrello i teatini possono chiudere i conti

Sembrava tutto pronto per la festa e invece il Chieti contro l'Avezzano non è andato oltre il pareggio (1-1). Forse proprio il grande entusiasmo dei giorni precedenti alla gara ha giocato un brutto scherzo ai neroverdi che mercoledì avranno subito la seconda chance per chiudere il discorso promozione a Capistrello.

Davanti a 600 tifosi i ragazzi di mister Lucarelli combattono contro un Avezzano deciso a rendere dura la vita ai teatini.

Le prime occasioni da rete arrivano nel finale di primo tempo. Al 40' il Chieti sfiora il vantaggio con Spadafora che calcia a rete a botta sicura ma trova sulla sua strada Puglielli colpito al viso sulla linea di porta. I marsicani replicano con Besana che davanti a Forti non riesce a centrare la porta. Nei minuti di recupero Fabrizi, servito da Spadafora, supera Di Girolamo e fa esplodere l'Angelini.

Nella ripresa il Chieti abbassa il ritmo. Ne approfittano gli ospiti che prima vanno vicini al gol con Spinola sul quale è bravissimo Foti poi arrivano al gol del pareggio con un bel diagonale di Pendenza.

Negli ultimi minuti del match arriva anche il calcio di rigore per l'Avezzano: Corticchia atterra in area Hyka dopo una palla persa da Siragusa. Pendenza si presenta sul dischetto ma colpisce il palo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Chieti fermato sul pareggio all'Angelini: festa promozione rinviata

ChietiToday è in caricamento