rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Calcio

Francesca Di Monte della sezione Aia di Chieti vola alle Olimpiadi di Parigi

Solo due gli italiani prescelti dalla Fifa. Oltre alla guardalinee abruzzese, c'è Paolo Valeri come addetto al VAR

Sono solo due gli arbitri italiani inseriti dalla Fifa nella lista per le Olimpiadi di Parigi in programma la prossima estate. Si tratta di Paolo Valeri (45 anni e appartiene alla sezione di Roma) per quanto riguarda il Var e di Francesca Di Monte per i guardalinee. Di Monte, 40 anni, fa parte della sezione di Chieti ed è una delle assistenti di linea più importanti non solo del panorama nazionale ma anche di quello continentale.

Nata a Popoli, classe 1993, risiede a Serramonacesca, nel Pescarese, ma è iscritta alla sezione di Chieti dell’AIA – Associazione Italiana Arbitri. E’ laureata in Giurisprudenza e lavora come consulente aziendale. Gravita nel mondo dell’arbitraggio dal 2002, con il debutto in Serie C nel 2013. Il 27 ottobre 2022, nella gara Udinese-Verona, ha affiancato l’arbitro Marchetti nella direzione di gara in Serie A, prima volta per lei nella massima serie. Vanta già diverse esperienze in ambito europeo ed internazionale (l’ultima delle quali, recente, in Paraguay, al Campionato Sudamericano Conmebol Sub17 femminile) ed è stata la prima donna abruzzese a far parte della Commissione Nazionale Arbitri di A e B. La guardalinee è scesa in campo in campo anche per la finale della UEFA Women's Nations League tra Spagna e Francia, gara disputata il 28 febbraio scorso allo stadio La Cartuja di Siviglia.

Lo scorso autunno salì suo malgrado alla ribalta delle cronache per la mancata stretta di mano dell'arbitro Sacchi che scatenò un putiferio, poi rientrato: non c'era sessismo nell'episodio che finì anche a Le Iene di Italia 1. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesca Di Monte della sezione Aia di Chieti vola alle Olimpiadi di Parigi

ChietiToday è in caricamento