rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Calcio

Chieti Calcio, il Comitato per il Centenario: "Preoccupati per il futuro, chiediamo chiarezza alla società"

Il direttivo del Comitato si rivolge al patron Giulio Trevisan sottolineando che "nell'anno del centenario mai ci saremmo aspettati un epilogo del genere"

"Sono trascorse oltre sei settimane dalle improvvide, ingiuste ed ingiustificabili dichiarazioni rilasciate dal signor Mergiotti nel dopo partita di Recanatese-Chieti. Nell'anno del Centenario mai ci saremmo aspettati un epilogo del genere".

Il direttivo del Comitato per il Centenario del Chieti Calcio si rivolge al patron della società Giulio Trevisan sul futuro neroverde.

Quando abbiamo iniziato a mettere in cantiere le manifestazioni per il Centenario eravamo convinti di trovare nella Società una sponda utile che cavalcasse e facesse proprio l'entusiasmo creatosi in Città e che partecipasse attivamente a quanto organizzato per l'importante ricorrenza. Dal 22 maggio nessuna dichiarazione ufficiale da parte della Società, se non un comunicato stampa (31 maggio) con il quale è stata annunciata l'intenzione di vendere le quote societarie ed un paio di dichiarazioni rilasciate dal Patron Trevisan ad un quotidiano locale in cui ha asserito di voler "riconsegnare le quote della Società nelle mani del Comitato del Centenario" (6 giugno) e di voler tornare ad incontrare "il Comitato del Centenario per valutare insieme cosa fare" nell'eventualità che le trattative per la cessione non andassero a buon fine (4 luglio). Il Comitato per il Centenario intende precisare che dall'ultima partita di campionato si sono interrotti tutti i canali di comunicazione con il Chieti F.C. 1922 (e di certo non per nostra volontà) e che, conseguentemente, mai è intercorso alcun colloquio avente ad oggetto le vicissitudini societarie".

I membri del Comitato: Marchionno, Angeloni, De Medio, Di Vito, Falasca, Formichetti, Gorgoretti, Ianieri, Lancioni, Scaramazza ricordano che la loro mission "è solo ed esclusivamente quella di onorare e celebrare il primo secolo di vita della Chieti Calcio e non ha alcun altro interesse. Siamo tifosi del Chieti, amiamo i nostri colori e siamo ovviamente preoccupati per il futuro della nostra squadra del cuore: il muro contro muro non giova a nessuno, il tempo stringe e chiediamo chiarezza e sincerità alla compagine societaria. La Chieti Calcio non è soltanto una Società sportiva, ma è qualcosa che va oltre: è un patrimonio della città, rappresenta la città e non merita il teatrino al quale stiamo assistendo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti Calcio, il Comitato per il Centenario: "Preoccupati per il futuro, chiediamo chiarezza alla società"

ChietiToday è in caricamento