Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Calcio: parte in Abruzzo il progetto "Refugee" dedicato a 70 minori stranieri

Il progetto vuole favorire i processi di inclusione attraverso il calcio e promuovere comportamenti eticamente corretti. Tra le sedi figurano i centri sportivi di Guilmi e Carunchio

Avviato anche nella regione Abruzzo, il progetto Rete - Refugee Teams, dedicato ai minori stranieri non accompagnati accolti nei centri Siproimi. Sono 70 i ragazzi che parteciperanno al progetto dei 4 centri abruzzesi, di cui 2 in provincia di Chieti (Pescara, Montesilvano, Guilmi e Carunchio).

Il progetto vuole favorire i processi di inclusione attraverso il calcio e promuovere comportamenti eticamente corretti attraverso l'educazione ai valori utilizzando l'attività sportiva come modello per la società civile. Previste anche attività di formazione: per gli operatori e specifica per i ragazzi.

Dopo una prima fase di allenamenti nei vari centri, ci sarà una fase regionale di incontri per conquistare il pass alla fase interregionale.

Il progetto rivolto ai minori stranieri non accompagnati accolti in Italia, sviluppato in collaborazione con il Ministero dell'Interno e l'Anci, e grazie al supporto di Eni e Puma, rinominato REfugee TEams, è  dal 2015 attivo in Italia, ha coinvolto in modo diretto circa 3000 giovani.

Articolato secondo un formato tecnico-formativo in continua evoluzione, gli obiettivi del progetto sono di favorire  i processi di inclusione attraverso il calcio e di promuovere  comportamenti eticamente corretti attraverso l'educazione ai valori utilizzando l'attività sportiva come modello per la società civile .

Come per le precedenti edizioni, con particolare attenzione all'evolversi dell'emergenza sanitaria e prevedendo quindi una rimodulazione a seconda delle esigenze, l'attività si svilupperà attraverso le sedute di allenamento da svolgere presso le sedi delle realtà partecipanti, sotto la guida dei Coordinamenti Regionali SGS con tecnici federali, e le successive fasi di gioco regionali e interregionali che determineranno l'accesso alla fase nazionale prevista per settembre 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: parte in Abruzzo il progetto "Refugee" dedicato a 70 minori stranieri

ChietiToday è in caricamento