menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio a 5: brutta Tombesi, vittoria preziosa contro il Futsal Ruvo

I gialloverdi di Ortona superano 7-6 il fanalino di coda al termine di una prestazione con molte ombre. Mister Morena è critico: “Salviamo solo il risultato. Secondo tempo sconcertante”

Come da pronostico, la Tombesi batte il Futsal Ruvo, raccoglie la sua settima vittoria in campionato e sale a quota 21 punti in classifica. Finisce 7-6. Assolutamente non prevedibili sono stati però lo svolgimento della partita e la prestazione dei gialloverdi. Partiti subito forte e avanti 3-0 dopo otto minuti grazie alle reti di Vidal (gran sinistro da fuori area), Piovesan e Silveira, i padroni di casa hanno subito una prima, parziale rimonta nel primo tempo, incassando nel giro di un minuto le reti di Torres e León (3-2 al 12').

I gol di Vidal e Adami sul finire della prima frazione sembravano aver incanalato la gara verso un secondo tempo di pura accademia per la Tombesi, ma la partita era tutt’altro che finita: i pugliesi sono andati nuovamente in rete con i soliti León e Torres, fino ad arrivare al clamoroso 5-5 (ancora León), quando il cronometro segnava 6 minuti ancora da giocare.

Tornati all’attacco, seppure in maniera caotica e nervosa, i gialloverdi hanno infine trovato i gol vittoria grazie soprattutto a Rafael Adami, che ha servito a Silveira l’assist del sesto e ha poi realizzato il settimo gol. Anche in questo caso, però, la partita non era finita: il quarto sigillo personale di León ha fatto vivere un ultimo minuto di terrore al pubblico di Ortona, con il Ruvo che ha fallito, a quattro secondi dalla fine, la clamorosa occasione del pareggio.

“Oggi salviamo davvero solo il risultato – ha commentato a fine partita mister Massimo Morena – Mi prendo le mie responsabilità, per non aver saputo trasmettere alla squadra l’idea di come dovevamo affrontare questa partita. Abbiamo completamente sbagliato l’approccio alla gara, dandola per vinta troppo presto e poi giocando con una superficialità inaccettabile. Il secondo tempo è stato sconcertante: per 14 minuti abbiamo completamente smesso di giocare, permettendo ai nostri avversari di rientrare in partita. Poi abbiamo reagito, ma in maniera disordinata, commettendo tanti errori e facendoci prendere dal nervosismo. Ci è andata bene: è vero che il rigore che abbiamo sbagliato sul 5-3 a nostro favore [calciato da Amelii] avrebbe forse cambiato la partita, ma sul 5-5 abbiamo rischiato di commettere il sesto fallo, e con un tiro libero a favore del Ruvo non so come sarebbe finita. Nella nostra giornata peggiore abbiamo persino aumentato il vantaggio sulla seconda, ma a Manfredonia dovremo giocare con tutt’altro spirito, perché lì la Tombesi di oggi non basterà di certo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento