Sport

Calcio A 5, Red Devils contesta l'arbitraggio

La finale di Coppa Italia di Serie C2 vinta da F.lli Cambise C5 per 6 a 2

In occasione della finale di Coppa Italia di Serie C2, vinta meritatamente dalla Società F.lli Cambise C5 Trasacco, la Società Red Devils Chieti ha deciso di non pubblicare il consueto resoconto della partita ma di evidenziare l'operato dei due arbitri che si sono dimostrati impreparati per l'occasione, condizionando non poco la gara: dalla "generosa" punizione a due dalla quale é scaturita la rete dell' 1-0 del Trasacco, passando al mancato calcio di rigore concesso ai teatini nel primo tempo combinato con l'espulsione dell'allenatore Marcuccitti per aver esclamato testualmente: "Arbitro è rigore!", completando l'opera con altre "sviste" su alcuni calci di punizione e calci d'angolo in favore dei teatini puntualmente non concessi.

Chiusa definitivamente la parentesi sulla direzione di gara, va detto che a differenza delle gare precedenti i Red Devils Chieti si sono presentati alla finale di Coppa Italia pesantemente rimaneggiati: Colonna e Di Muzio squalificati ed il capitano Di Clemente infortunato che, anche se presente in distinta, non ha potuto prendere parte alla gara. I nostri complimenti vanno ai giocatori che sono scesi in campo dando il massimo, in particolare ai giovani Buccione e Toscano che hanno disputato una grande gara.
 
La Società Red Devils Chieti ringrazia l'intero staff, l'allenatore e tutta la squadra per l'impegno mostrato nel corso dell'intera stagione appena conclusa. La Società ci tiene a ringraziare inoltre tutti gli sponsor che hanno creduto e che continueranno a credere nell'impegno sportivo dei Red Devils Chieti, i collaboratori ed i tifosi che hanno sostenuto i Reds fino alla fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio A 5, Red Devils contesta l'arbitraggio

ChietiToday è in caricamento