Sport Lanciano

Brescia Lanciano 2-0 | Frentani sconfitti meritatamente dalle Rondinelle

Nicola Leali, il grande ex, para un rigore a Caracciolo. La Virtus perde ed è giusto così: gli uomini di Gautieri non hanno mai tirato in porta, concedendo troppi spazi agli avversari. Domenica 14, al Biondi, c'è la Pro Vercelli

Le Rondinelle piegano i frentani: Brescia-Lanciano si conclude sul punteggio di 2-0 per i padroni di casa. La squadra di Gautieri ha meritato questa sconfitta, non essendosi mai rivelata pericolosa; anzi, i rossoneri hanno giocato sostanzialmente in difesa, evitando accuratamente di fare tiri in porta. E gli uomini di Calori ne hanno approfittato. Le due reti che regalano la vittoria al Brescia arrivano entrambe nel secondo tempo, quando sono già trascorsi 75 minuti di gioco. Fino a quel momento, poca roba.

Assente Fofana, mal sostituito da Zeytulaev in attacco, la Virtus ha sostanzialmente lasciato agli avversari la possibilità di fare la partita. E' stato il match dei grandi ex: Leali, ancora una volta il migliore in campo, e Paghera, applaudito dai tifosi locali al momento della sostituzione in favore di Testardi. Al fischio d'inizio, il Brescia si rende quasi subito pericoloso: da segnalare che al 35' c'è un assist di Corvia per Caracciolo che fa rabbrividire i lancianesi, ma l'avversario di testa non riesce a mettere a segno. Il primo tempo si conclude così a reti bianche.

Nella ripresa, Leali para un rigore a Caracciolo al 52′ ("colpa" di Di Cecco che ha sgambettato Scaglia), mettendo a segno anche altri interventi decisivi durante tutto il match. Al minuto 75 Alessandro Budel sblocca il risultato con un gran tiro da fuori, che si va a insaccare all'incrocio dei pali. A fine gara il calciatore bresciano ammetterà: "E' forse il goal più bello di tutta la mia carriera". Il Lanciano tenta timidamente di reagire, ma al 90' arriva il raddoppio in velocità di Caracciolo, che difende palla su Aquilanti e segna di destro dopo essersi ritrovato a tu per tu con Leali.

Finisce dunque 2-0, con il Brescia che raggiunge il sesto posto in classifica e gli abruzzesi che si mordono le mani. Contro la Pro Vercelli, domenica 14 ottobre, si potrà finalmente giocare allo stadio Biondi, e bisognerà cercare di ritrovare subito un risultato utile. D'altronde, a quel punto, non ci saranno più scuse: lo "spettro" dell'Adriatico sarà lontano.

BRESCIA: Arcari; De Maio, Salamon, Stovini; Zambelli, Lasik (28' Rossi), Budel, Scaglia, Daprelà (74' Saba); Caracciolo, Corvia (76' Bouy). All. Calori 

LANCIANO: Leali; Di Cecco, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Minotti (54' Hottor), Paghera (80' Testardi), Volpe; Zeytulaev, Falcinelli, Turchi (65' Pepe). All. Gautieri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia Lanciano 2-0 | Frentani sconfitti meritatamente dalle Rondinelle

ChietiToday è in caricamento