rotate-mobile
Basket

Non è un sereno Natale per i tifosi della Lux Chieti Basket

Una Lux a ranghi ridotti dimostra un grandissimo cuore e se la gioca fino alla fine contro San Vendemiano ma va ko

Rucker San Vendemiano – Lux Chieti Basket 77-60: l'ultima gara prima del Santo Natale finisce così, con un gap ampio a punire sin troppo severamente una squadra teatina rimaneggiata e alle prese con più problemi.

Una Lux a ranghi ridotti infatti dimostra un grandissimo cuore e se la gioca fino alla fine contro San Vendemiano, ma si deve arrendere ad una squadra capace di prendersi la posta in palio senza patire alla fine troppo.

Ai teatini non basta una prestazione maiuscola di Paesano (23 punti e 11 rimbalzi), per la Rucker svettano i 14 del duo Gluditis-Cacace.

Dopo il canestro di Calbini, un jumper dalla media ed una schiacciata di Paesano portano i biancorossi in vantaggio (2-4 dopo poco più di un minutodi gioco).
San Vendemiano è compagine ostica e, con il gancio di Chiumenti ed i liberi di Cacace si porta sul 6-4 dopo 2 minuti.
La gara è combattuta, con la Rucker che prova a scappare e la Lux che, con il solito Paesano, tiene testa ai veneti: al giro di boa del primo periodo, il parziale è di 11-7.
La Lux paga oltremodo la propria scarsa verve realizzativa da oltre l’arco (1/8) ma è brava a stringere le maglie in fase di non possesso: i liberi di Cena a 2 minuti dal primo mini break portano il parziale sul 14-11.
La tripla di Maggio riporta il match in equilibrio ma il canestro da sotto di Cacace e i liberi di Perin (ben 8 giri in lunetta per i padroni di casa in 10 minuti, con 7 realizzazioni) fanno attestare il risultato sul 18-14.

L’avvio di secondo quarto della Rucker è spumeggiante e, dopo la bomba di Vettori, il 2+1 di Zacchigna e il tap-in di Oxilia, costringe coach Aniello al timeout dopo poco meno di due minuti di quarto (26-14).
La Lux si sblocca con la bomba di Cena ma le triple di Perin ed il canestro in fade-away di Di Emidio portano coach Aniello al secondo minuto di sospensione al giro di boa del secondo quarto (34-17).
Chiumenti realizza con il suo solito gancio, Maggio in lunetta sblocca lo score per i suoi: a 02:53 coach Carrea chiama timeout sul 36-19.
La Lux lotta e, con tre punti del solito Paesano che tocca la doppia cifra, conclude la seconda frazione sul 38-22.

L’avvio della Lux è da applausi a scena aperta: i biancorossi difendono alacremente e, con Paesano, Del Testa e Cena, attaccando nei primi secondi di possesso, piazzano un 3-9 di parziale, costringendo la Rucker al timeout dopo 2 minuti e mezzo di quarto (41-31).
La gara cresce d’intensità, entrambe le squadre migliorano le proprie percentuali da oltre l’arco e, dopo la bomba di Gatti, coach Aniello chiede un minuto di sospensione al giro di boa del terzo periodo (52-37).
Le difese aumentano i giri, Maggio e Paesano provano permettono alla Lux di rimanere a contatto a 00:49 dall’ultimo mini break (55-42).
L’1/2 dalla lunetta di Cacace fa attestare il risultato sul 56-42 dopo trenta minuti di gioco.

L’avvio di quarto della Lux è tutto cuore: dopo un minuto e mezzo, con i liberi di capitan Maggio, i biancorossi si riportano sul -10 (56-46).
Gluditis sale in cattedra per i suoi, i teatini sono bravissimi a rispondere colpo su colpo: a poco più di 3 minuti di quarto, il risultato è di 61-51.
I teatini continuano a giocare una gara di grande spirito, la Rucker però con l’1/2 dalla lunetta di Gatti ed il jumper dalla media di Oxilia, si riporta sul +13, con coach Aniello che chiama timeout a 02:16 dal termine (67-54).
Nel finale i biancorossi si vedono sanzionare due tecnici, con la Rucker che alla sirena finale allunga sul 77-60.

Rucker San Vendemiano – Lux Chieti Basket 1974 (18-14; 38-22; 56-42; 77-60)

Rucker San Vendemiano 77: Gatti 11, Di Emidio 2, Gluditis 14, Oxilia 4, Chiumenti 9, Zacchigna 5, Vettori 3, Regazzini NE. Della Cia NE, Cacace 14, Perin 8, Calbini 7.

Lux Chieti Basket 1974: Del Testa 6, Maggio 17, Paesano 23, Cena 8, Berra 6, Reale 0, Masciopinto NE, Febbo 0, Gelormini NE, Leonetti NE.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non è un sereno Natale per i tifosi della Lux Chieti Basket

ChietiToday è in caricamento