rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Basket

Una brillante Chieti supera la Staff

Ottima prova dei ragazzi di coach Rajola: Mantova è battuta 80-72

Prova di grande carattere per la truppa di coach Rajola. Ottimo esordio per Roderick, glaciale dalla lunetta (12/12 a cronometro fermo, per un totale di 20 punti), ben supportato da un Ancellotti on fire (20 punti anche per lui), un Reale in missione (14 punti con un superlativo 5/6 dal campo) e da un meraviglioso collettivo, ben attento in difesa e cinico in fase offensiva. Agli ospiti non bastano i 21 punti di un mai domo Miles. L’avvio di gara vede entrambe le squadre pericolose sotto canestro: Iannuzzi è glaciale e Thioune è bravo a rispondere: dopo più di 2 minuti di gioco, il risultato è di 2-4. Ancellotti pareggia le carte ma un 2+1 di Calzavara rimette Mantova a distanza di sicurezza (4-7 a poco più di 3 minuti dall’avvio di gioco). La Mokambo accorcia con un solido Ancellotti ma le triple di Calzavara e Miles fanno allungare gli Stings, con un preoccupato coach Rajola che chiede un minuto di sospensione (6-13 al giro di boa del primo quarto). Mantova tocca il +10 con i soliti Iannuzzi e Miles (8-18), Chieti piazza un controbreak di 7-0 siglato da Roderick e Ancellotti e così, a 02:28 dal termine del primo quarto, la Mokambo si riporta ad un possesso pieno di svantaggio (15-18). I biancorossi padroni di casa stringono le maglie in fase difensiva e, con 4 punti in fila di Reale e il 2/2 dalla lunetta di Spizzichini, i teatini si riportano avanti di 3 a 01:22 dal termine della prima frazione (21-18). Chieti si lascia prendere dalla frenesia in attacco e perde diversi palloni sanguinosi, la Staff ne approfitta solo in parte e, con la tripla di Cortese, pareggia il conto dopo 10 minuti di gioco (21-21). Chieti continua ad essere aggressiva in fase difensiva e, nonostante i tanti rimbalzi offensivi raccolti dagli ospiti, va a segno con Ancellotti, Serpilli ed un super Reale: dopo poco più di 3 minuti di quarto, sul massimo vantaggio abruzzese, coach Zanco è costretto al timeout (30-23). Il team mantovano però dimostra di non essere sceso in Abruzzo in vacanza e, con Iannuzzi ed il 2+1 di Veronesi, si riporta subito a contatto (30-28 a 05:50 dall’intervallo lungo). Roderick è freddo dalla lunetta ma un Veronesi on fire, al giro di boa della seconda frazione, riporta Mantova sul -1 (32-31). Chieti realizza nuovamente con Roderick dalla lunetta ma la tripla di Cortese a 03:03 da fine quarto rimette il match in parità, con conseguente timeout di coach Rajola (34-34). La Mokambo non si scompone e, dopo la schiacciata di Vrankic ed il canestro da sotto di Ancellotti, è il turno di coach Zanco di chiedere il minuto di sospensione a 02:22 dalla pausa lunga (38-34). Chieti gioca forse il miglior basket della stagione e, grazie ad un paio di fiammate di Vrankic, tocca anche il +9 (47-38) a 7 secondi da fine quarto: Miles, con un buzzer beater, ricuce il gap, facendo attestare al ventesimo il punteggio sul 47-40.

Chieti continua a pigiare il piede sull’acceleratore e, dopo 1 minuto e mezzo di quarto, nonostante il canestro di Ross, tocca il +10 (52-42). Mantova non ci sta e, con un contro break di Iannuzzi e Veronesi, ricuce in un amen il gap (52-47) dopo poco meno di 3 minuti di gioco. La gara prosegue sul filo dell’equilibrio, con la Mokambo che prova a scappare e Mantova che è lesta a rispondere ad ogni tentativo di fuga teatino: al giro di boa del terzo quarto, il parziale è di 56-51. Entrambi gli attacchi subiscono una fase di impasse, la gara prosegue con le difese che fanno la voce grossa: è Serpilli a sbloccare la contesa con una poderosa bomba a 2 minuti da fine frazione (59-51). L’attacco mantovano continua a fare difficoltà, affidandosi troppo spesso al tiro da 3, la Mokambo invece è cinica nel punire la difesa ospite e, con il piazzato di Reale a 01:09 dall’ultimo mini break, i teatini si portano sul +10 (61-51). Iannuzzi dalla lunetta riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio: al trentesimo il parziale è di 61-53. In avvio di quarto periodo le difese ringhiano duro, con la Mokambo trova la via del canestro con i liberi di Ancellotti: dopo 2 minuti di quarto, il risultato è di 63-53. Iannuzzi e Ross provano a suonare la carica per la Staff ma la bomba di Reale porta i biancorossi padroni di casa sul +7 al giro di boa dell’ultima frazione (66-59). La gara prosegue il filo dell’equilibrio, la Mokambo ritocca le 9 cifre di vantaggio con il libero di Roderick dopo il tecnico fischiato a Veronesi ma il 2+1 di Miles a 03:15 dal termine della gara riporta la Staff pericolosamente vicina (70-64). Il peso della gara si fa sentire su entrambe le squadre che ora riescono a realizzare solo a cronometro fermo: Spizzichini, a 01:18 dal termine, penetra e realizza, con un imbufalito coach Zanco che è costretto al timeout (76-65). La Mokambo non abbassa mai la guardia, toccando anche il +13 a 18 secondi dalla fine con Ancellotti e Roderick (80-67). La reazione di Mantova è tanto travolgente quanto tardiva: il match si conclude sul punteggio di 80-72 con la tripla dalla grande distanza di Miles (chietibasket1974.it).

CAFFÈ MOKAMBO CHIETI BASKET 1974 – STAFF MANTOVA 80-72 (21-21; 47-40; 61-53)

CAFFÈ MOKAMBO CHIETI BASKET 1974 80: Serpilli 7, Spizzichini 4, Roderick 20, Ancellotti 20, Bartoli 2, Febbo NE, Pichierri NE, Reale 14, Thioune 2, Vrankic 8, Mastellari 3, Gjorgjevikj NE.

STAFF MANTOVA 72: Cortese 10, Ross 8, Miles 21, Calzavara 8, Veronesi 11, Morgillo 0, Janelidze 0, Criconia 0, Iannuzzi 14, Vukobrat NE.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una brillante Chieti supera la Staff

ChietiToday è in caricamento