Sport

Bari Lanciano 4-3 | Virtus sprecona, super rimonta dei galletti

Partita incredibile: la squadra di Gautieri conduce sul 3-0 quando all'improvviso "impazzisce" e si fa raggiungere e superare dai pugliesi. Espulso Aquilanti nel finale. Martedì al Biondi arriva la Ternana

Giornata da dimenticare per il Lanciano, che contro il Bari arriva a vincere per 3-0 ma poi conclude la partita con un incredibile 4-3. Un pomeriggio decisamente bizzarro, quello vissuto dai ragazzi di Gautieri al San Nicola. Proprio il Gaucho tornava nello stadio che per alcuni anni è stato il suo "tempio", visto che da calciatore ha militato anche nei galletti, senza contare che oggi è tra i papabili per la panchina pugliese del prossimo anno qualora il suo rapporto con la famiglia Maio dovesse terminare.

IL MATCH - E dire che la Virtus era partita alla grandissima: pochi secondi dopo il fischio d'inizio, Amenta siglava di testa il vantaggio rossonero sugli sviluppi di un corner che si era procurato Falcinelli. I padroni di casa provavano a reagire (invano) al 13' con Iunco su cross di Rossi e al 16' con un palo preso in pieno da Ghezzal. Al 39' il raddoppio frentano con Falcinelli ben servito da Piccolo. Quest'ultimo, in avvio di ripresa, segnava il 3-0 che sembrava mettere in cassaforte il risultato.

E invece no: è qui che il Bari si sveglia, tira fuori l'orgoglio e comincia una clamorosa rimonta. Sembra quasi di rivivere la remuntada del Barcellona con il Milan: al 5' Sciaudone porta i suoi compagni sull'1-3, poi Caputo ci mette del suo al 18' e Defendi pareggia al 22'. Il Lanciano, come un pugile stordito dopo una serie di tremendi sganassoni, barcolla e dopo soli due minuti incassa la rete di Tallo che vale il definitivo 4-3. Tutto vero. Che spreco.

Il Bari, a questo punto, si limita ad amministrare la gara. Piccolo al 26' e Amenta di testa al 27' tentano di riaprire i giochi, come anche Di Cecco al 31', ma la palla non vuole proprio saperne di entrare. Al 43', poi, Aquilanti viene espulso per doppia ammonizione e per gli abruzzesi non c'è più niente da fare: adesso, a 42 punti e con una sola lunghezza sulla zona play-out, contro la Ternana (martedì sera al Biondi) non si può più sbagliare.

BARI (4-3-3): Lamanna, Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Rossi, Defendi, Sciaudone, Bellomo (78' Dos Santos), Ghezzal (68' Tallo), Caputo, Iunco (46' Fedato). All: Torrente

LANCIANO (4-3-3): Leali, Almici, Amenta, Aquilanti, Mammarella, Minotti, Vastola (60' Di Cecco), Volpe, Piccolo, Falcinelli (79' Plasmati), Turchi (70' Spinazzola). All: Gautieri

Reti: 1' Amenta, 39' Falcinelli, 46' Piccolo, 50' Sciaudone, 63' Caputo, 67' Defendi, 69' Tallo

Ammoniti: Iunco, Minotti, Polenta, Sciaudone, Lamanna, Amenta, Falcinelli, Aquilanti

Espulso: Aquilanti per doppio giallo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari Lanciano 4-3 | Virtus sprecona, super rimonta dei galletti

ChietiToday è in caricamento