rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Altro

Prima squadra, settore giovanile e scuola calcio: la Tombesi Ortona punta ad un 2024 da prima della classe

Va avanti il progetto gialloverde. E dopo un 2023 memorabile, si vuole un nuovo anno di grandi soddisfazioni

Una promozione conquistata sul campo e un primo posto, per quanto provvisorio e in coabitazione con un’altra squadra: questo e non solo è stato l’esaltante 2023 della Tombesi, prologo ad un 2024 che si preannuncia pregno di soddisfazioni a tutti i livelli. La Tombesi è ora una squadra simbolo della città di Ortona e anche a livello giovanile punta a recitare un ruolo primario a livello non solo sportivo ma anche sociale. Settore giovanile e scuola calcio sono fiori all'occhiello del club e sono settori in grande crescita. Per la prima volta, il prossimo 5 gennaio a Montesilvano, una squadra Tombesi, l’Under 15 di mister Lucio Moragas, si giocherà una finale di Coppa Abruzzo. Nei rispettivi campionati, tutte le squadre gialloverdi stanno andando benissimo ed hanno ambizioni. Inoltre l’accordo di collaborazione stretto a inizio anno con altre società a livello giovanile (Vasto, Vigor Lanciano e Roccascalegna) è stato un passo importante nell'ottica della crescita della società, testimoniata anche  dai numeri della scuola calcio: oltre 150 bambini tesserati. Ma è sempre la prima squadra ad attrarre le masse. 

Questo il bilancio di fine anno solare del presidente Alessio Tombesi: «Era impossibile pensare di poter fare meglio. Abbiamo riconquistato la A2 dopo un solo anno di B, una cosa nient’affatto scontata. Non abbiamo vinto il campionato, per un solo punto, ma in compenso abbiamo giocato per la prima volta nella nostra storia le Final Eight di Coppa Italia. Nel nuovo campionato, da neopromossa, chiudiamo il 2023 da prima in classifica, al cospetto di squadre forti e attrezzate. Voglio dirlo con sincerità: sono particolarmente contento perché questa Tombesi sta andando meglio di quanto io per primo pensassi. Ero certo che avevamo allestito una bella squadra, capace di rendere la vita dura a tutti, ma sapevo che nel nostro girone c’erano squadre con roster più lunghi, con più esperienza, e temevo che avremmo pagato uno scotto più alto. E invece siamo primi, abbiamo chiuso l’anno con sette vittorie consecutive e, ancor più importante, ho visto uno spirito da grande squadra: nell’ultima gara ad Anzio, in cui non abbiamo fatto una grande prestazione e potevamo anche perdere, l’essere comunque riusciti a vincere, negli ultimi secondi, credendoci fino alla fine, è stato secondo me un gran segnale. Colgo quest’occasione per ringraziare tutti i nostri giocatori non solo per quello che stanno dando in campo, ma anche per la maturità e l’attaccamento alla maglia che stanno dimostrando fuori dal campo: trattandosi di un gruppo di ragazzi che, in larga parte, è con noi già da parecchi anni, la loro crescita umana oltre che sportiva è per noi un grande orgoglio. Con loro ringrazio la società, a partire dal vicerepresidente Nicola Barone, e lo staff tecnico di prim’ordine che abbiamo, guidato da mister Morena che si è confermato la guida ideale per questa squadra».

Ma cosa si augura il presidente per il 2024? «Da un lato, di ottenere quello che non siamo ancora riusciti a raggiungere: il coinvolgimento di qualche altro imprenditore locale che ci aiuti a portare avanti questo sogno e una maggiore presenza di pubblico al palazzetto per le nostre partite. Dall’altro lato, mi auguro di continuare sulla scia di questo 2023: con una prima squadra che continui a vincere e a occupare il vertice della classifica e un settore giovanile e Scuola calcio che proseguano nel loro percorso di crescita. Auguro ai nostri tifosi e a tutte le persone che lavorano e collaborano con la Tombesi un felice 2024».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima squadra, settore giovanile e scuola calcio: la Tombesi Ortona punta ad un 2024 da prima della classe

ChietiToday è in caricamento