rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Altro

Tiikitaka Francavilla, lo Scudetto sfuma ancora: terza finale persa con Bitonto

Le pugliesi vincono il secondo tricolore di fila dopo aver battuto le giallorosse anche in Coppa Italia

Niente da fare, il Bitonto si conferma la "bestia nera" del Tikitaka Francavilla. Ancora una volta fatale per le giallorosse di Francavilla l'incrocio con le pugliesi, anche in questa Finale Scudetto 2024 come in quella di un anno fa e, in mezzo, la Finale di Coppa Italia. Per il Bitonto del pescarese Gianluca Marzuoli è un super Triplete, perchè ha vinto anche la Supercoppa Italiana, Per il Tikitaka una nuova delusione, gigantesca.

Questa la cronaca come da sito ufficiale della Divisione Calcio a 5 (da cui è tratta anche la foto a corredo dell'articolo):

Lo scudetto resta in Puglia. In un PalaFlorio strapieno e nella prima finale secca della storia, il Bitonto del presidente Intini si ripete: secondo tricolore consecutivo, mai nessuno ci era riuscito prima dall’istituzione della Serie A. 3-2 con Mansueto (MVP a Bari), Renatinha e Tampa, mentre ad un ottimo TikiTaka (e ad un'ottima Duda, miglior portiere della gara) non bastano i gol di Bertè e Vanin. Dopo la Supercoppa e la Coppa Italia, Lucilèia e compagne mettono la ciliegina sulla stagione. E ora risognano la Champions.

MANSUETO LA SBLOCCA - Un solo gol – quello di Mansueto al 4° con un destro sotto la traversa - 4 pali e tanto Bitonto. Il primo tempo si potrebbe sintetizzare così: le leonesse creano una mole di gioco impressionante, ma se la prendono con la sfortuna: vanno a sbattere contro i legni, infatti, le conclusioni di Lucilèia, Renatinha, Diana Santos e Mansueto, mentre il TikiTaka – che all’8° manda a lato con Bertè – si rivede pericolosamente solo al 15° con Vanin, fermata da De Oliveira nell’uno contro uno. Prima dell’intervallo, diagonale insidioso di Lucilèia neutralizzato da Duda, che tiene in partita le sue. 

FINO ALLA FINE - La squadra di Gayardo cambia passo nella ripresa: bastano 37” a Bertè per il destro che vale il pareggio e, dopo il bel destro di Tampa salvato ancora da Duda, ne servono 6 per il sorpasso con Vanin (gran sinistro su corner battuto da Cortès). Quando Bettioli si invola sul servizio in parallela di Vanin sembra fatta per il tris, invece è il Bitonto ad impattare: Lucilèia lavora un bel pallone dal limite e la numero 9 infila all’angolino, incrociando bene col mancino. Quanto è strano il futsal? La risposta arriva al 10°. Dalla doppia (limpida) occasione creata con Bettioli e Vanin (strepitosa De Olivieira) al nuovo sorpasso delle leonesse, infatti, il passo è breve: perfetto l’assist di Diana Santos e delizioso il tocco sotto dell’ex Tampa che supera Duda. Portiere di movimento per il TikiTaka con Xhaxho: proprio alla numero 18 l’ultima chance della finale, ma il Bitonto si chiude e fa festa. Lo scudetto non si muove dalla Puglia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiikitaka Francavilla, lo Scudetto sfuma ancora: terza finale persa con Bitonto

ChietiToday è in caricamento