rotate-mobile
Altro

Da Francavilla al Mare è partita la scalata di Matteo Arnaldi, uno degli eroi della Coppa Davis

All'epoca 21enne, il campione sanremese nel 2022 sulla terra rossa abruzzese ha vinto il suo primo Challenger in carriera

Non tutti ricordano che uno degli eroi azzurri della Coppa Davis 2023 ha iniziato la sua scalata al sucesso dall'Abruzzo, da Francavilla al Mare. Stiamo parlando di Matteo Arnaldi, che ha firmato l'1-0 dell'Italia in Finale contro l'Australia grazie al successo sofferto su Alexei Popyrin: 7-5 2-6 6-4. Adesso in Italia è scoppiata la tennismania grazie a lui e agli altri campioni azzurri, Sinner in testa (che doveva gareggiare qui nel 2019), ma a Francavilla in questi ultimi anni si sono potuti ammirare campioni, all'epoca non celebrati o solo in potenziale rampa di lancio, che poi hanno scritto - e stanno ancora scrivendo - pagine importantissime di questa disciplina. Qualche nome? Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego, Marco Cecchinato, Stefano Travaglia, Simone Bolelli, Lorenzo Musetti, e tra gli stranieri Stefanos Tsitstipas, Casper Ruud, Alexander Bublik, Felix Auger Aliassime, oggi ai primi posti nel ranking mondiale. E Matteo Arnaldi ha iscritto il suo nome nell'albo d'oro degli Internazionali di Tennis di Francavilla al Mare. E l'affermazione in riva all'Adriatico nel 2022 è stata per lui la prima vittoria in un Challenger. 

Centro pieno al primo tentativo per Matteo Arnaldi, vinciitore di una bellissima edizione del "Francavilla al Mare Challenger", torneo quell'anno dotato di un montepremi di 32.160 euro che si è disputato sui campi in terra rossa del Tennis Club abruzzese. In finale, l'allora 21enne sanremese (all'epoca n.280 del ranking), si aggiudicò per 63 67(7) 64, dopo quasi tre ore di lotta, il derby tricolore contro Francesco Maestrelli, in quel periodo n.519 ATP, in tabellone grazie ad una wild card ed anche lui alla sua prima finale in carriera, bravo a crederci fino in fondo. 

Arnaldi, che era arrivato in finale lasciando le briciole agli avversari - appena di undici games in totale nei quattro match disputati (vinti contro Forti, Cias, Added e Casanova) - ha incantato nella circostanza e nobilitato ulteriormente la storia di una competizione francavillese che attira sulla città e su tutto l'Abruzzo, da anni ormai, tutti i riflettori del mondo sportivo a livello internazionale. Nella prima edizione degli Internazionali di Tennis d’Abruzzo a Francavilla si è avuta inoltre la presenza di icone del tennis italiano come Corrado Barazzutti (Capitano di Coppa Davis) e Filippo Volandri (ex n.25 del mondo, capitano degli Azzurri vincitori della Davis 2023). Chi saranno i prossimi campioni del domani a cimentarsi a Francavilla?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Francavilla al Mare è partita la scalata di Matteo Arnaldi, uno degli eroi della Coppa Davis

ChietiToday è in caricamento