Altro

La Lux Chieti perde il primo round per la salvezza a Reggio Calabria

Dopo il vantaggio iniziale, le neroverdi cadono in casa dello Sporting. Si decide tutto nel match di ritorno a Cepagatti

Il Reggio Sporting Club si aggiudica l’andata dei playout di A2 imponendosi per 3 a 1 in un infuocato Pala Boccioni. La Lux Chieti c5 passa in vantaggio al 4’ con Paoletti ma poi subisce il pari nel finale del primo tempo e il sorpasso nella seconda frazione. Più di un rammarico per le ragazze allenate da mister Maione che, giunte in Calabria alquanto rimaneggiate tra guai fisici ed indisponibilità di altra natura, hanno avuto per larghi tratti il pallino del gioco in mano, non concretizzando diverse occasioni a tu per tu con il portiere di casa, salvo poi subire un evidente calo fisico nella ripresa. Fra 7 giorni il ritorno in Abruzzo, con le neroverdi obbligate a recuperare il doppio svantaggio.

La partita

È la Lux a condurre sin dalle prime fasi il possesso, sebbene le ridotte dimensioni del campo e il pressing alto delle avversarie imbriglino la manovra neroverde. Al 4’ le abruzzesi riescono a trovare un varco sulla destra sull’asse Santini-Cialfi, quest’ultima calcia sul secondo palo dove Paoletti, ben appostata, corregge in rete firmando il vantaggio. La Lux insiste con qualche conclusione della distanza, quindi Nobilio, lanciata a rete da un’ottima sponda di Di Renzo, non riesce a superare l’estremo difensore Martino. Il Reggio ci prova prevalentemente da fuori, una punizione di Dascola viene alzata in angolo da Di Tolve. La Lux si riaffaccia dalle parti di Martino grazie ad una sortita di Santini, che resiste alla carica di un’avversaria, va via sulla destra e serve in mezzo Brattelli, che da buona posizione non inquadra lo specchio con il mancino. Paoletti poco dopo ha un’altra chance sul secondo palo ma non trova l’impatto con il pallone. Le neroverdi non finalizzano e il Reggio ne approfitta. Nei minuti conclusivi Carluccio, pescata in area da uno scavetto di una compagna, riesce a trovare lo spazio per girarsi ed infilare Di Tolve con il mancino. Infine, quando il tabellone segna 30 secondi al termine, Martino compie un’altra grande parata su Nobilio.
La ripresa si apre con altre conclusioni di Santini e Brattelli. Il pareggio infonde coraggio al Reggio, la manovra delle padrone di casa è meno macchinosa e le calabresi riescono con maggiore frequenza ad arrivare in area neroverde. Di Tolve respinge due tiri di Carluccio, il principale terminale offensivo dello Sporting. Poi al 9’, al termine di un’azione confusa, Nobilio non riesce a liberare l’area e Carluccio trova lo spazio per siglare il vantaggio. La Lux risponde con una punizione di Santini alta sopra la traversa, poi Di Tolve si fa trovare pronta su un’altra occasione di Carluccio. Il Reggio gioca gli ultimi 5 minuti con 5 falli a referto, ma la Lux non riesce a guadagnare alcun tiro libero. Al 17’ arriva perfino la doccia fredda: una puntata non irresistibile di Carluccio si infila sotto le gambe di Di Tolve. Nel finale la Lux cerca in tutti modi di diminuire lo svantaggio ma Martino compie un miracolo su Nobilio.

Il commento di Valentina Maione

«Eravamo praticamente certi di non dover disputare i playout, anche a livello di allenamenti le ultime settimane le avevamo prese un po’ alla leggera, una volta catapultati negli spareggi siamo stati costretti a rimetterci in gioco, e tutto questo sicuramente ha influito sulla gara di domenica. Il primo tempo a livello fisico lo abbiamo giocato alla pari ed è venuta fuori la nostra superiorità tecnica, nel secondo abbiamo subito un calo evidente e loro hanno guadagnato campo compensando la minore qualità con corsa e fisicità. Abbiamo preso due gol in maniera inaspettata, specie il terzo ci ha un po’ tagliato le gambe, ma sono sicura che al ritorno sarà un’altra partita. Innanzitutto a livello numerico dovremmo tornare quasi al completo (lungodegenti a parte), mentre a Reggio potevamo contare solo un paio di cambi in panchina. Sono curiosa di vedere se replicheranno lo stesso approccio, ovvero se verranno a prenderci alte anche sul nostro campo, che è un po’ più grande della palestra Boccioni, o se invece resteranno basse a presidio della porta. Noi abbiamo tutte le qualità per ribaltare il risultato, sicuramente non sarà facile, il terzo gol ha indubbiamente complicato le cose, ma ce la metteremo tutta. Le ragazze sono molto amareggiate e hanno voglia di riscatto. Non dovremo avere fretta di recuperare subito lo svantaggio, la partita è lunga, occorreranno pazienza e una corretta gestione di gioco e minutaggio. Mi aspetto un palazzetto pieno e un pubblico caldo e incitante come quello che abbiamo trovato a Reggio e ha influito notevolmente sulla prestazione delle avversarie».
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lux Chieti perde il primo round per la salvezza a Reggio Calabria
ChietiToday è in caricamento