rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Altro

Giulio Ciccone torna in bici, ufficializzato il programma del 2024: “Mi sento rinato e non vedo l'ora"

Si parte con il Tour de Romandie, in programma dal 23 al 28 aprile, poi Tour de France e Vuelta a España

“Mi sento rinato e ora non vedo l'ora di tornare a correre”: Giulio Ciccone sta finalmente per tornare in sella. L'infortunio che lo ha costretto ad un lungo stop è ormai alle spalle ed è imminente il suo rientro in gare ufficiali. Il campione di Chieti ora può finalmente vedere la luce in fondo al tunnel. Due mesi fa è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per rimuovere una ciste perineale e, fortunatamente, il suo recupero procede senza intoppi. Il Re delle Montagne del Tour de France 2023 ha ricevuto l'ok dei medici per riprendere l'allenamento in bicicletta un mese dopo l'intervento chirurgico e ora, dopo altre quattro settimane, il feedback dell'allenamento è rassicurante. Dal punto di vista medico la ferita è guarita e Giulio ha ripreso completamente la posizione in sella senza fastidi, ha sottolineato in un comunicato ufficiale il suo team, la Lidl-Trek. Dal punto di vista delle prestazioni, Giulio sta affrontando con successo i carichi di lavoro necessari per costruire la sua condizione per la competizione. Alla luce di questa bella notizia, Lidl-Trek ha deciso di confermare ufficialmente la prima corsa di Ciccone nel 2024, che sarà il Tour de Romandie, in programma dal 23 al 28 aprile. Sarà questo il primissimo passo in vista degli appuntamenti più importanti della sua estate, Tour de France e Vuelta a España. Dopo la conclusione del Tour de Romandie, al programma di Ciccone si aggiungeranno alcune altre gare prima dei due Grandi Giri.

Così il campione di Chieti: . “Le settimane senza la moto sono state molto, molto difficili. Cercavo di non pensare al tempo che stavo perdendo, ma non era facile. Quando ho ripreso a pedalare è stata una bellissima sensazione. Certo è stata dura, perché l'intensità degli allenamenti era graduale ma sempre costante. E' stato come riaccendere una miccia, però. Ho sentito di nuovo il fuoco dentro. Ora posso finalmente ripensare alle corse e fissare nuovi obiettivi. Mi sono mancati mesi importanti, ma c’è ancora tempo e modo per godermi un 2024 ricco di successi. Anche se la voglia di correre è molto forte, ascolto con fiducia la mia squadra e il mio allenatore quando mi dicono di avere pazienza. Il Tour de Romandie sarà la rimonta, e se arrivano giorni difficili so di doverli accettare con serenità; Sono ancora in un processo di crescita. Naturalmente il Tour e la Vuelta saranno le gare più importanti della mia stagione e voglio prepararle al meglio. La squadra sa cosa posso dare se mi sento bene. Sono super motivato a fare il meglio per le esigenze della squadra, sia in Francia che in Spagna, e a ottenere grandi risultati fino alla fine della stagione. Ci sarà comunque tempo per concentrarsi e definire con la squadra i nostri obiettivi comuni e specifici per i prossimi mesi. Passo dopo passo; ora è importante vivere nel presente, fare del mio meglio nella regione romanda e portare la mia condizione a un nuovo livello”. Per la Lidl-Trek riavere il campione di Brecciarola in corsa è un qualcosa di assai importante per tutto il team. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulio Ciccone torna in bici, ufficializzato il programma del 2024: “Mi sento rinato e non vedo l'ora"

ChietiToday è in caricamento