Venerdì, 19 Luglio 2024
Altro Lanciano

Arbitri lancianesi secondi al torneo di beach soccer di San Benedetto del Tronto

Il team frentano ha partecipato al 19° trofeo “Memorial Meo Meo Bartolomeo” organizzato dalla locale sezione Aia, classificandosi al secondo posto

Gli arbitri lancianesi si sono classificati al secondo posto nel 19° trofeo “Memorial Meo Meo Bartolomeo”, che si è svolto sabato 14 giugno nell’arena del beach soccer di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), organizzato dalla locale sezione Aia per ricordare il loro collega scomparso prematuramente anni orsono.

Dieci le squadre in gara in rappresentanza dell’Abruzzo (L’Aquila, Lanciano), della Lombardia (Crema), delle Marche (Jesi, Macerata, Ancona, Fermo, San Benedetto con due rappresentative), e del Molise (Campobasso).

Inserito nel girone “A” il team frentano, composto da Fabio D’Ettorre, Christian Di Marco, Matteo Cavacini, Oscar Pinto, Mario Falcone, Francesco Falcone, Gabriele Matticoli, Daniele Nocella, Gabriele Mattucci, Salvatore Samuele, Michele Di Bucchianico, Nicola Giancristofaro, Manolo Argentieri e l'accompagnatore Valter Di Gregorio, ha esordito cogliendo una bella vittoria per 3 a1 contro Macerata.

Nelle due successive partite i lancianesi hanno posto le basi per qualificarsi alle semifinali, pareggiando 2 a 2 sia con i colleghi di Jesi, sia con i fortissimi padroni di casa di San Benedetto 1; quest’ultimo pareggio è stata la “chiave di volta” perché gli abruzzesi, sotto 2 a 0 ad un solo minuto dalla fine dell’incontro, sono riusciti a strappare l’ormai insperato pareggio con due bellissimi goal segnati nel giro di pochissimi secondi.

A questo punto è stato decisivo l’ultimo incontro con i porta colori di Crema, che vantavano un punto in più in classifica. Una partita sbloccata da una prodezza di Manolo Argentieri, autore di un goal spettacolare in acrobazia che è valsa sia la vittoria,sia l’accesso alla semifinale, dove i ragazzi del presidente Igor Paolucci hanno trovato i “cugini” dell’Aquila, vincitori del girone “B”.

Non è bastato il tempo regolamentare perché i frentani, dopo aver fallito un calcio di rigore con Daniele Nocella, si sono portati in vantaggio con lo stesso giocatore ma sono stati raggiunti su calcio di rigore dai cugini aquilani proprio allo scadere del tempo regolamentare. Si è passati, perciò, direttamente ai tiri di rigore, dove gli arbitri di Lanciano sono stati più freddi e precisi, aggiudicandosi la partita ed il diritto a disputare la finalissima.

A contendere loro la vittoria, il team di San Benedetto 1, già affrontato nel girone di qualificazione. Preceduta da una breve cerimonia di commemorazione del collega a cui è intitolata la manifestazione, ha quindi preso il via la partita decisiva. Questa volta, però, non c’è stata storia. I locali sono partiti fortissimo e, complice anche il fatto che i lancianesi non ne avevano proprio più, si sono imposti con un secco 6 a 0 vincendo meritatamente il torneo.

Gran finale con la premiazione di tutte le squadre partecipanti e l’arrivederci al prossimo anno.

La premiazione a San Benedetto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arbitri lancianesi secondi al torneo di beach soccer di San Benedetto del Tronto
ChietiToday è in caricamento