Chieti Basket 1974, prima vittora esterna nell'ultimo match di stagione (68-81)

Sul parquet della Stella Azzurra Roma i biancorossi dominano il match nonostante l'assenza di capitan Piazza. Sorokas 30 punti

Si chiude nel migliore dei modi il 2020 per la Lux Chieti. Sul parquet della Stella Azzurra Roma i teatini raccolgono la prima vittoria esterna in campionato (68-81) nonostante l'assenza del capitano Piazza ma con un grande Sorokas, autore di 30 punti.

Una gara dominata fin da subito e portata a casa grazie alla grande intenistà di gioco degli uomini di coach Sorgentone.

Nel primo quarto Chieti si porta sul +16 dopo i primi 10’ (26-10).  Nel secondo quarto, i padroni di casa hanni una reazione immediata (7-0)  e prova a riavvicinarsi ma i teatini sono in giornata e vanno al riposto sul 29-46.

Nella seconda parte di gara un grande Meluzzi e il solito Sorokas riescono a gestire al meglio il vantaggio e nonostante il grande pressing messo in campo dai padroni di casa, chiudono il match sul 68-81.

Prossimo impegno per la Lux Chieti domenica 3 gennaio al PalaTricalle contro Ferrara.

TABELLINO

Stella Azzurra Roma: Thompson 16, Laster jr 15, Visintin 11, Menalo 10, Nikolic 9, Giordano 3, Elhadji 2 , Cipolla 2, Ghirlanda , Innocenti, Fokou NE, Mabor NE. Coach D’Arcangeli

LUX Chieti Basket 1974: Sorokas 30 , Meluzzi 16, Santiangeli 10, Sodero 8, Bozzetto 7, Williams 6. Ihedioha 4, Favali, Mitt NE, Migliorelli NE. Coach Sorgentone

Stella Azzurra Roma – LUX Chieti Basket 1974 68-81 (10-26, 19-20, 16-15, 23-20)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • Colpisce alla testa il fratello che viene ricoverato in prognosi riservata

Torna su
ChietiToday è in caricamento