menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Teate Basket incanta contro Ancona (75-86)

Sul neutro di Porto Sant’Elpidio i teatini sfoderano una grande prestazione che vale la vittoria

Chieti vince e convince. Ottimo successo per la Teate Basket sulla Luciana Mosconi Ancona che, dopo un primo quarto equilibrato (21-21), deve arrendersi allo strapotere tecnico dei teatini. Senza ombra di dubbio la miglior prestazione stagionale per la squadra di coach Coen.  Grande partita per il neo acquisto Migliori che, in diverse occasioni, ha dato dimostrazione di essere di un’altra categoria dispensando assist visionari e prendendosi la squadra sulle spalle specie nell’ultimo quarto con canestri pesanti. Perfetto Staffieri quando chiamato in causa con il 100% dal campo.

Ancona parte con grande determinazione piazzando subito un break (10-4) frutto anche di due bombe consecutive di Maddaloni battezzato dalla difesa teatina. In generale i due attacchi si dimostrano molto ispirati e, senza farsi attendere, anche l’Europa Ovini inizia a bucare la retina con estrema efficacia, specie con capitan Gialloreto dall’arco (3/4). Unico neo per gli ospiti la questione falli, dovendo rinunciare a Di Emidio gravato di tre sanzioni e costretto alla panchina. Un paio di errori nei secondi finali non ci permettono di staccare gli avversari nel punteggio che resta in assoluto equilibrio (21-21).

Coach Coen pesca dalla panchina Valerio Staffieri in grande spolvero: partendo da una difesa oculata che frutta due importanti palloni recuperati su Casagrande, contribuisce in modo decisivo alla causa teatina in attacco mantenendo ottime percentuali (2/2 e 2/2 dall’arco) e permettendo ai teatini di trovare il primo allungo (24-32 al 14’). Altrettanto concreto l’apporto di Migliori all’esordio stagionale, dispensando assist di rara bellezza e prendendosi il tiro (2/3) quando chiamato in causa. Il 6/17 dalla linea dei 6,75 pesa molto sull’economia dei dorici i quali, tuttavia, con Simone Centanni ricuciono lo strappo sul finale di quarto (37-46).

Ripresa infuocata in casa Europa Ovini la quale, dopo un’ottima partenza (2-7), si vede fischiare due tecnici consecutivi nell’arco di pochi secondi, il primo a Migliori gravato di quattro falli ed il secondo alla panchina per proteste. Di fatto la Luciana Mosconi va in bonus quando siamo arrivati al giro di boa del quarto. Gli ospiti non si disuniscono e mantengono alta la concentrazione, facendo muovere la palla in modo delizioso e offrendo per ampi margini la miglior pallacanestro di tutta la stagione che porta il gap a venti punti (46-66) prima di assestarsi (55-70).

Baldoni, emerso sul finale del terzo quarto, si mette in proprio prima in post basso e poi dall’arco piazzando 7 punti in successione. I teatini rispondono a tono e si affidano totalmente a Meluzzi il quale, dopo un primo tempo interlocutorio senza aver trovato mai il fondo della retina, mostra grande carattere prendendosi tiri pesanti che tengono a debita distanza gli avversari. La Luciana Mosconi, dopo aver speso tanto per cercare un rientro disperato, perde un po’ di lucidità come dimostra l’antisportivo di Baldoni su Migliori seguito dal tecnico a coach Marsigliani che permette al nostro neo acquisto di mettere tre punti fondamentali a cronometro fermo (8 nell’ultima frazione) che ci permettono di battere Ancona e ribaltare la differenza canestri (75-86).

Proprio per non mettere a rischio il risultato finale, a 1.19 dalla fine sul canestro che riportava i dorici sul -12, coach Piero Coen, per spezzare l’nerzia, chiamava timeout, suscitando l’ira della panchina anconetana che valutava il gesto come poco rispettoso. Ma a proposito di rispetto, non ci sembra andare in questo senso (oltre che contravvenire alle regole) l’aver fatto pagare il biglietto (€ 10) al solo botteghino del settore ospiti, mentre nel settore riservato ai locali si entrava gratuitamente. Ogni Club ha il diritto di elargire e riservare liste di ingresso gratuito a chi vuole, ma in biglietteria non dovrebbero essere consentire discriminazioni e/o distinzioni di natura territoriale, a meno che non sussistano precise ordinanze delle Autorità, che non erano state emanate per la gara di oggi. La Società teatina, che in settimana era stata più volte additata come insensibile per non aver legittimamente spostato la data della partita come proposto dal Campetto, porterà l’attenzione su quanto accaduto a chi di competenza, a tutela dei propri tifosi che hanno regolarmente pagato il corrispettivo al botteghino, ma intanto si gode un successo senza se e senza ma.

Parziali: 21-21; 16-25 (37-46); 18-24 (55-70); 75-86 (20-16)

Luciana Mosconi Ancona: Polonara 13 (5/6, 1/1), Bolognini NE, Baldoni 11 (2/3, 2/5, 1/4 tl), Casagrande 11 (2/10, 1/2, 4/6 tl), Maddaloni 9 (3/10), Centanni S. 23 (4/7, 3/12, 6/6 tl), Redolf, Centanni F. 6 (2/3), Luini 2 (1/2), Pajola NE, Zandri NE, Cognigni NE. Coach Marsigliani.

Europa Ovini Chieti: Gialloreto 12 (4/6), Di Carmine 7 (2/2, 3/4 tl), Di Emidio 7 (1/1, 1/1, 2/2 tl), Ponziani 12 (6/9), Migliori 15 (4/7, 7/7 tl), Milojevic 3 (1/2, 1/2 tl), Gueye 6 (3/6), Staffieri 12 (3/3, 2/2), Meluzzi 12 (3/8, 2/4), Sigismondi NE. Coach Coen, Ass. Coach Perricci, Ass. Coach Cinquegrana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento