rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Earth Day Italia

I 4 obiettivi green partono dall'agricoltura

Abbassamento dell’emissione di Co2, la promozione all’adattamento climatico, la tutela dell’ambiente attraverso l’uso efficiente delle risorse e la promozione dei mezzi di trasporto sostenibili.

Sono  quattro gli obiettivi “verdi” evidenziati dal  sottosegretario all’economia Giovanni Legnini, in audizione alle Commissioni riunite Ambiente e Industria alla Camera,  che devono immediatamente essere programmati tra i fondi strutturali 2014-2020. Obiettivi che devono essere perseguiti anche dalla Regione Abruzzo.

Ad intervenire su quanto sottolineato da Legnini è la Coldiretti che vede nell’ abbassamento dell’emissione di Co2, la promozione all’adattamento climatico, la tutela dell’ambiente attraverso l’uso efficiente delle risorse, la promozione dei mezzi di trasporto sostenibili punti al quale dare il massimo risalto per l’immediato sviluppo della regione. In questa prospettiva la principale organizzazione agricola abruzzese afferma come sia essenziale e strategico l’accesso ai fondi comunitari per rendere l’agricoltura e il sistema agricolo uno strumento capace di favorire la mitigazione del cambiamento climatico in linea con le priorità legate alla valorizzazione delle risorse naturali e, più in generale, dell’ambiente.

Nello specifico, è necessario predisporre misure ed interventi necessari per l’adattamento dell’agricoltura al ‘global change’ che, già in atto, sta fortemente penalizzando il settore. Come si legge sul sito di Coldiretti il Direttore Regionale Alberto Bertinelli ha dichiarato “Abbiamo bisogno di misure che permettano agli agricoltori di essere orientati verso un’agricoltura competitiva sui mercati nazionali e internazionali, capace da un lato di garantire la sicurezza alimentare e dall’altro la qualità dei prodotti nei confronti del consumatore, senza tralasciare gli aspetti di tutela e valorizzazione dei servizi ambientali, oggi particolarmente richiesti dalla società moderna”.

Gli fa eco il Presidente regionale Domenico Pasetti, che sottolinea come oggi sia fondamentale “il ruolo attivo dell’agricoltore per il mantenimento dei servizi ambientali come la tutela della biodiversità, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico, la regolamentazione delle acque e più in generale di presidio del territorio”. Servizi che, che per poter essere mantenuti, richiedono necessariamente il riconoscimento economico, sociale e culturale delle normali pratiche agricole, che oggi sempre di più garantiscono una migliore qualità della vita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 4 obiettivi green partono dall'agricoltura

ChietiToday è in caricamento