social

Voci di dentro: il virus e la "zona rossa" da dietro le sbarre nel nuovo numero

Il racconto dei detenuti delle case circondariali di Chieti e Pescara nel nuovo numero della rivista edita dalla onlus teatina

In stampa e in rete il nuovo numero di Voci di dentro, la rivista edita dalla onlus teatina che si occupa del reinserimento dei detenuti. 
In primo piano il virus e la "zona rossa" raccontata e vissuta dai detenuti delle carceri di Chieti e Pescara che seguono i laboratori dell'associazione.

L'argomento del lockdown, della maschera, del sorriso sospeso assieme all’inserto In carta libera, progetto finanziato dalla Regione Abruzzo. Nell’ultimo numero non manca la grande attenzione,  come sempre, al racconto, alla scrittura che libera, alle emozioni e ai problemi del carcere e della giustizia a cominciare dai diritti violati. 

“L’estratto in quarta – scrive a caldo Stefano Pallotta, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Abruzzo -  dice tutto su quello che stanno vivendo i detenuti in questa dannazione che per loro diventa una bolgia infernale”.

Qui il link alla rivista: clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voci di dentro: il virus e la "zona rossa" da dietro le sbarre nel nuovo numero

ChietiToday è in caricamento