social

A piedi e su tutto il litorale per promuovere le meraviglie abruzzesi

La nuova impresa dell'ortonese Stefano Cipollone si intitola "Abruzzo Mere - Mere": 5 giorni a piedi e 5 in canoa da San Salvo a Martinsicuro attraversando la costa dei trabocchi, la torre di Cerrano e altre splendide location

Dieci giorni per promuovere la costa abruzzese: cinque a piedi e cinque in canoa. E’ la nuova missione di Stefano Cipollone, 26enne di Ortona amante delle emozioni forti. Stavolta la sua impresa si chiama "Abruzzo Mere - Mere" e consiste nel percorrere a piedi tutto il litorale abruzzese da San Salvo a Martinsicuro (133 km) per poi ripartire alla volta di San Salvo in canoa (72 miglia). La partenza è fissata, meteo permettendo, per sabato 23 giugno.

Le prime cinque tappe che Cipollone percorrerà a piedi sono San Salvo marina - Casalbordino Lido; Casalbordino Lido - San Vito Marina; San Vito Marina – Pescara; Pescara – Roseto; Roseto – Martinsicuro.

Il ritorno sarà in canoa e attraverserà altre città: Martinsicuro - Giulianova ; Giulianova - Silvi marina; Silvi marina – Ortona; Ortona - Torino di Sangro marina; Torino di Sangro marina - San Salvo marina.

"Abruzzo Mere - Mere" ha lo scopo di promuovere il suggestivo litorale abruzzese, in particolare la costa dei trabocchi, i ripari di Giobbe, la torre del Cerrano, ma anche di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della tutela dei nostri mari dall'inquinamento. Come le altre, anche questa impresa sarà completamente svolta in solitaria ed autofinanziata da Cipollone.

“Questo progetto – racconta Stefano - nasce dal mio grande amore verso l’Abruzzo, la passione per questa forma di viaggi anticonvenzionali (nel 2016 percorse 2300 chilometri a piedi da Canterbury ad Ortona, ndr) e l'attenzione verso il tema dell'inquinamento del mare dato che come lavoro sono un Ufficiale di Navigazione sulle navi”.

A piedi dall'Inghilterra a Ortona: l'impresa di Stefano

Cosa porterà questo giovane navigatore solitario nel suo equipaggiamento? "Una tenda ed un sacco a pelo così da poter dormire nei camping lungo il litorale. La canoa sarà una "Samblas" monoposto da 4.30 m gentilmente prestata dalla Lega Navale di Ortona".

“In questo viaggio – conclude - mi piacerebbe coinvolgere anche associazioni, Comuni e singoli cittadini, con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi affrontati ed anche per farmi aiutare nello scoprire le bellezze dei territori che attraverserò”.

Il viaggio sarà documentato sui social: su Facebook sulla pagina Viaggio Utopia: giro del mondo senza limiti, su Instagram seguendo il profilo viaggioutopia.

ca-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A piedi e su tutto il litorale per promuovere le meraviglie abruzzesi

ChietiToday è in caricamento