← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Villaggio Mediterraneo...il grande abbandono

Via Isonzo · San Martino

 Qualche anno fa l'amministrazione di centro sinistra ha "regalato" (?) alla città il famoso "Villaggio Mediterraneo" oggi in quell'area, il cui progetto è ancora incompiuto e prevedo che tale resterà. Si può constatare come regni l'incuria, l'abbandono e il degrado. Oltre all'edificato, che appare già fatiscente, vi sono aree, ed é la cosa che più importa, la cui destinazione era quella di verde "pubblico" o comunque fruibile dai cittadini. Mi chiedo: chi deve prendersi cura di quelle aree per renderle fruibili? E mi chiedo ancora: mica stanno facendo i furbi con l'intenzione di un cambio destinazione? E poi, ma in questa città chi vigila, chi sorveglia, chi fa rispettare i diritti collettivi? L'attuale sindaco e amministratori ogni tanto frequentano questi luoghi e non arrossano per la vergogna?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • come si fa a "farci l'abitudine"!!!!! alle strozzate che dicono: da destra e da sinistra. E come si fa a farsi abbindolare da interventi di facciata che non rivestono o hanno alcune interesse e utilità di carattere generale e sociale? La triste realtà è che oggi abbiamo amministratori peggiori di quelli che abbiamo criticato e scansati in passato. Probabilmente sono figli, compari, accoliti di quelli!!!! che imperterriti continuano ad imperversare e a spolpare. Infine, vorrei dire che i pseudo progetti tanto decantati che avrebbero dovuto portare posti di lavoro anche quelli erano fumo e solo fumo senza neppure una stilla di profumo. Progetti fine a se stessi e non per questa collettività che ha bisogno di uscire dal degrado e dall'incuria; questo si che potrebbe dare lavoro a tempo indeterminato. Non capisco come la cittadinanza posso credere di mettere le ciliegine su torte che non non sono ancora confezionate.

  • Il sindaco di adesso manco sà di cosa stai parlando ! E' una domanda che avresti dovura rivolgere a Ricci o a qualcuno della sua corte... Vi ricordate il sindaco di allora Ricci cosa disse... Chieti avrà la sua piccola Gardaland: un ampio parco divertimenti che doveva sorgere nella zona di Megalò, completando, da un punto di vista urbanistico, l’assetto della vasta area, nell’ambito del Prusst del parco fluviale pubblico. Una “cittadella” del divertimento con piscina, campo booling, vari altri impianti sportivi, una pista da sci di trecento metri innevata artificialmente, altri impianti sportivi; e poi giardini, piscina, ristorante, albergo, discoteca e varie altre attrezzature. Si trattava di un project financing dell’ing. Merlino che doveva essere realizzato da un gruppo europeo. Un complesso di grande interesse - dove avrebbero trovto impiego oltre duecento persone - in un’area che una volta era destinata alla industrializzazione ma che il consiglio comunale a guida Ricci, con un provvedimento indirizzò verso altre funzioni, ponendo praticamente fine ad interventi verso il fiume. Per completare ed accelerarne l’iter, il consiglio comunale fu convocato a metà luglio 2007 per operare una variante d’uso del terreno (molti ettari di terreno, di cui sei a vantaggio del Comune) occupato da capannoni dismessi ed altro. Voi avete mai visto la Nuova Gardaland, io no. Per non parlare della monorotaia, voluta da Febo, mai realizzata, per collegare l'Università al colle... sono anni che ci raccontano stronzate... ormai avreste dovuto farci l'abitudine...

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento