La Cgil chiede la valorizzazione del personale sanitario impegnato durante l'emergenza Covid

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

In questi mesi difficili per tutti, il personale sanitario è stato sempre presente e in prima linea distinguendosi con professionalità e dedizione in ogni condizione, indifferentemente dal tipo di rapporto contrattuale sia pubblico che privato, lo dico come infermiere fiero della mia professione, per questo in una nota inviata all'assessorato alla Sanità della Regione Abruzzo era corretto chiedere la revisione del trattamento economico in riferimento dell’estensione dell’art. 86 CCNL 2016/2018 lettera c) indennità malattie infettive da corrispondere secondo direttiva regionale al personale sanitario impegnato direttamente nell’emergenza COVID 19.

Per questo è fondamentale che quanto deliberato a livello Regionale venga poi applicato e applicato in maniera omogenea a tutto il personale nelle singole ASL, a tutte le U.O./servizi/reparti convertiti in ASS. COVID 19 individuati dalle delibere aziendali affinchè si provveda come da riferimento contrattuale vigente ad erogare la voce sugli effettivi giorni lavorativi evitando di trasformare di fatto un indennità in un simbolico premio a presenza. Mi auguro che quanto evidenziato venga preso in carico.

Oggi bisogna migliorare su quegli aspetti che l'emergenza COVID ha messo in evidenza, è importante che ci siano nuove assunzioni e stabilizzazioni che vadano ad accrescere e valorizzare il personale nei nostri presidi necessario a garantire qualità e continuità assistenziale in previsione anche dei pensionamenti alle porte, è importante potenziare il territorio con nuove figure professionali come l'infermiere di famiglia e di comunità elevando gli standard assistenziali per dare sostegno e cura quei i pazienti che dopo lunghe o brevi dimissioni necessitano di cure gestibili a domicilio promuovendone la salute ed evitandone il ritorno in strutture ospedalieri.

Come organizzazione sindacale l'impegno e la collaborazione per far bene è sempre massima, gli eroi sempre in prima linea non vanno dimenticati ma valorizzati.

Carmine Gasbarro - coordinatore delegato Fp Cgil Abruzzo e Molise

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento