← Tutte le segnalazioni

Disservizi

S.O.S energia elettrica per più di 130 famiglie nel centro di Chieti

Il Censorino Teatino al Servizio del Cittadino segnala la protesta per Corso Marrucino, davanti la ex Fondazione Carichieti, da parte di un gruppo di cittadini residenti nelle zone centrali della Città di Chieti, a causa di interruzioni nella fornitura dell'energia elettrica che vanno avanti da pressoché un mese. In particolare sono coinvolte famiglie residenti nelle seguenti strade del centro cittadino: via Mater Domini, via De Lellis, via Cocco, via Principessa di Piemonte, via De Thomasis, via Cauta, via Del Giudice, via Viaggi, largo Teatro Vecchio, via Allegranza e i gradoni di Via Cauta.

Nella mattinata del 21 novembre 2020, la goccia che ha fatto traboccare il vaso, più di 130 famiglie, anche con bambini e anziani, sono rimaste senza corrente dalle 5.00 di mattina fino alle 12.00 e poi una breve ulteriore interruzione ancora fino alle 14, quindi senza riscaldamento, con frigoriferi ed elettrodomestici spenti che possono subire dei danni dalle frequenti interruzioni di corrente. Questi problemi alla fornitura dell'energia elettrica vanno avanti da troppo tempo, così i cittadini esausti dei disagi che si verificano e della mancata risoluzione definitiva del problema, nonostante l'impegno degli operai di Enel distribuzione, hanno deciso di scendere in piazza. I cittadini "arrabbiati" si sono rivolti più volte alle forze dell'ordine, ai carabinieri, alla polizia di Stato, alla polizia locale, e finanche alla Protezione civile, senza risolvere in maniera definitiva il problema.

Dopo il ritorno dell'energia elettrica nelle case alle 12.00 del 21 novembre 2020, si sono messi a lavoro gli operai sia dell'Enel Distribuzione che quelli della fibra che recentemente è stata posizionata nella zona, per vedere se possono esserci dei problemi e risolverli. Intanto, i cittadini chiedono al sindaco di Chieti di intervenire affinché si faccia sentire, e si risolva una volta per tutte questo problema.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento