Rifiuti abbandonati a Torrevecchia Teatina

Sempre all'opera i criminali dell'ambiente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

I criminali dell'ambiente oramai fanno e disfanno del nostro territorio a piacimento. Reati contro l'ambiente si susseguono oramai da tempo immemore senza che dalle autorità istituzionali si possa rilevare una benché minima iniziativa per frenare questa pazzesca corsa verso il disastro. Tralasciando le inutilità e le inadeguatezze amministrative (che ritirano inspiegabilmente l'inquietante premio ad ogni turno elettorale); senza nasconderci, sull'ambiente abbiamo tutti una responsabilità personale. Tutto ciò che abbiamo ereditato dobbiamo riconsegnarlo incorrotto alle future generazioni; se stiamo operando in tal senso possiamo dormire tranquilli, altrimenti preoccupiamoci davvero perchè il quadro che sta emergendo invece è di un ambiente fortemente compromesso. Lo scempio che si sta perpetrando sul nostro territorio non conosce limiti; senza alcun controllo, senza vigilanza, senza deterrenza e senza gli opportuni provvedimenti d'amministrazione, di polizia e di giustizia varia. I criminali continuano ad avvelenare con un degrado galoppante che a breve ci raggiungerà e busserà alle nostre case. Stiamo denunciando questo stato di cose da tempo immemore, continueremo ancora a farlo finché avremo voce e con la disponibilità ed i limiti che ci è stato riconosciuto dalla Legge. (Ps. Da noi, a Torrevecchia Teatina, anche se bisogna superare i soliti ed incomprensibili intralci tecnici in Comune e poi tutto il classico repertorio d'indolenza varia in consiglio comunale, a breve comunque richiederemo il consiglio comunale per impegnare tutte le nostre forze pubbliche ad operare con decisione per il nostro ambiente; bisogna porre un freno ai disagiati del mondo malato.

Torna su
ChietiToday è in caricamento