← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Non solo il palazzo pericolante, ecco tutti i problemi di via Don Minzoni

Via Don Giovanni Minzoni · Tricalle

In via Don Minzoni, nel rione Santa Maria, una strada che vive nel timore che possa cadere giù il palazzo Trinchese da demolire, ma che non è ancora stato demolito e nell'attesa che vengano posti in essere gli interventi necessari per contenere il dissesto idrogeologico che rischia di minare la stabilità anche di altre case nella zona, ci sono anche altre problematiche.

Su richiesta di alcuni residenti, esasperati dalla situazione, disposti a rivolgersi finanche alla Procura della Repubblica in estrema ratio, riportiamo i gravi problemi che meritano di essere posti all'attenzione, ciascuno per propria competenza, del sindaco di Chieti, dell'Ufficio Traffico e Viabilità, del comando della Polizia Municipale, del V Settore del Comune di Chieti ed in particolare del I Settore Manutenzione e Infrastrutture Immobiliari, del II Servizio Manutenzione Infrastrutture Viarie e del IV Servizio Politiche Ambientali, di Formula Ambiente, azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti nel Comune di Chieti.

  • Problematica dei parcheggi con i veicoli che a causa della penuria di posti nella zona, sono costretti a parcheggiare sul marciapiede, restringendo ulteriormente la già stretta carreggiata, come si evince dalla foto scattata all'ingresso superiore di Via Don Minzoni, rendendo difficile il transito in doppio senso dei veicoli, impedendo anche il passaggio dei pedoni, soprattutto dei diversamente abili a ridotta capacità motorie.
  •  Posizionamento dei secchi della raccolta differenziata sul marciapiede che rende un vero e proprio proibitivo percorso ad ostacoli il passaggio dei pedoni, soprattutto di quelli a ridotte capacità motorie (vedi anche sopra), con pericolo per la incolumità. Provate ad immaginare come possa passare in sicurezza un cittadino, in particolare in carrozzella, in questa situazione, con i marciapiedi occupati sia dai secchi che dai veicoli parcheggiati e le macchine che salgono e scendono nella carreggiata ridotta! Dall'altro canto però c'è anche l'esigenza di chi ha la necessità di sostare sotto casa per scaricare delle cose o per far scendere un anziano o un diversamente abile, considerando che la zona è ormai abitata in prevalenza da pensionati.
  • Inoltre, scendendo verso Via Mons. Cocchia dove c'è un ingresso laterale della scuola "Modesto Della Porta" il manto stradale è deteriorato e dissestato, perciò necessità di essere rimesso in sesto.
  • Infine, c'è bisogno di una maggiore attenzione nella raccolta differenziata dei rifiuti con l'immondizia che non deve essere abbandonata alla rinfusa vicino i secchi della spazzatura.

Per risolvere queste problematiche, non basta solo il buon senso civico dei cittadini, ma si potrebbero ad esempio valutare anche alcune soluzioni da sottoporre ai residenti, come ad esempio: lLimitare il parcheggio selvaggio delle auto sul marciapiede; trovare una soluzione alternativa al problema parcheggi: un nuovo parcheggio, oppure un collegamento veloce da e verso i grandi parcheggi pubblici già presenti, come quello del Terminal Bus o quello di Via Papa Giovanni; valutare con l'Ufficio Traffico e Viabilità e con i Lavori Pubblici una eventuale soluzione per incrementare direttamente il numero di parcheggi in zona; spostare i bidoni dei palazzi che occupano il marciapiede e favorire semmai direttamente l'uso dell'isola ecologica posta nei pressi dell'ex distributore di benzina in Via Olivieri; mettere delle toppe nell'asfalto deteriorato vicino la scuola "Modesto Della Porta" in attesa del rifacimento del manto stradale; rifare la manutenzione ai marciapiedi: essere più attenti e controllare maggiormente il buon esito della raccolta differenziata. Con la riapertura delle scuole, come ci hanno detto alcuni residenti, questi problemi sono più evidenti, pertanto urge intervenire il prima possibile.

 www.censorinoteatino2013.blogspot.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento