← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Dallo Stellario allo "Stallario"

Quel giorno che inaugurarono lo Stellario, con le autorità di allora e circa tremila giovani festanti in giro poi per la città. Quando le serate estive non potevano rinunciare alla discoteca alla Civitella. Oggi in quel posto solo erbacce e dove prima c'era il tendone con la sua pista da ballo di legno, nel luogo più bello della città, qualcuno ora porta a fare i bisognini al suo cane.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di nonnoenio
    nonnoenio

    Venendo a mancare "lo Stellario" alla Civitella, servirebbe una discoteca in città per riempire in maniera spensierata i fine settimana sul colle? Per qualcuno sì ma per la maggior parte dei ragazzi più che una discoteca, con relativi fronzoli e musica ipnotica, sarebbero più opportuni forse dei pub con musica dal vivo e magari con la possibilità di ballare ma a ritmo di rock e non di techno. Ai più giovani piacerebbe un locale dove potersi sfogare la domenica pomeriggio, in pratica come si usava qualche annetto fa quando i mezzi pubblici erano scarsi e la patente, con relativa macchina, ce l'avevano solo i più fortunati. La discoteca, un tempo ritenuta l'unico luogo di divertimento, sembra dunque non attirare più di tanto i giovani se non per il fatto dell'orario e solo in particolari condizioni, magari d'estate, quando si può ballare standosene fuori all'aperto. Ciò che servirebbe, invece oggi, è un nuovo regolamento in materia di concerti rock e magari un posto in città dove poter suonare, ballare e stare insieme senza dover fuggire, peggio di Cenerentola, alle undici di sera. I giovani perchè non protestano su in comune?  Si riuscirà a fare qualcosa a Chieti ? ..... Ai posteri l'ardua sentenza..... Per adesso ai giovani non resta che andare al Megalo . Intanto lo Stellario, lasciato a se stesso e aperto al pubblico passeggio anche di giorno, sta subendo inesorabilmente il degrado del tempo. La bellissima pista in legno non esiste più. Nei dintorni ho visto gente che porta spesso a scorazzare i cani e sappiamo che quelli, scodinzolando e correndo quà e là lasciano i loro residui profumatissimi sull'erba che cresce tutt'intorno. La gradinata dell'anfiteatro poi è divenuto il ritrovo di giovanetti che marinata la scuola la utilizzano per i loro scopi, amoreggiare, sbevazzare e riempire i gradoni con le bottigliettevuote gettate quà e la alla rinfusa senza che nessuno si prenda la briga di raccoglierle. Lentamente, inesorabilmente, cose costate decine di milioni di euro, sono lasciate andare in malora e al loro destino....

    • Avatar anonimo di Salvor Hardin
      Salvor Hardin

      ...E va in malora perché in Italy si vuol "privatizzare" la gestione dell'acqua, delle coste con relative spiagge, di enormi pezzi di...mare per tirarci fuori gas e petrolio e altre bazzecole così ma non sia mai che la soprintendenza possa far gestire l'esterno del museo e dell'anfiteatro (escludibile con cancellate) da un privato! Orrore!: Hai visto mai che qualcuno maltratti i mattoni pieni da quattro soldi che fanno da parapetto, dato che molti di quelli d'epoca sono misteriosamente spariti durante la costruzione del museo...

  • Avatar anonimo di torinese
    torinese

    La realta è che le autorità non vogliono problemi a livello di ordine pubblico, e potete dimenticarvi che chieti faccia il salto di qualità,a nessuno interessa che la città sta morendo.

  • Avatar anonimo di Manuela
    Manuela

    É normale che adesso ci portano i cani a fare i bisogni, dato che hanno creato un percorso per lo sgambamento dei cani ed é ridotto in pessime condizioni. Orma la Civitella é diventata il punto d'incontro dei giovani di oggi per fare murales, drogarsi, rompere vetri e cose peggiori di una deiezione di un cane!!!

  • Avatar anonimo di antonio
    antonio

    il posto più bello di Chieti, da dove si può vedre la  Majella e il Gran Sasso, ridotto così male...

  • Avatar anonimo di Salvor Hardin
    Salvor Hardin

    No problem. Ora abbiamo la soprintendenza regionale abruzzese unificata che sovrintende tutto e risolverà tutto, scommettiamo? Ehi..., dicevo così per dire, io non scommetto mai...

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento