← Tutte le segnalazioni

Altro

Massimo Pamio:"Rettificare la lapide di Asinio Polline"

Tratto da www censorinoteatino2013.blogspot.it

Abbiamo sempre parlato della necessitá di dare a Chieti un futuro degno del suo glorioso passato. A tal proposito pubblichiamo le dichiarazioni del poeta, letterato ed editore teatino, Massimo Pamio, che fa su Facebook una segnalazione, per una modifica alla lapide di Asinio Pollione, al rieletto Sindaco di Chieti, Avv. Umberto Di Primio:

"A Chieti bisognerebbe rettificare l'odonimo inciso nella lapide a Piazza Vittorio Emanuele in cui si riporta che Asinio Pollione nacque a Chieti, quando invece nacque a Teate, oggi Chieti. Aggiungendo anche il praenomen Gaio. Sarebbe bello se il Sindaco appena confermato volesse scegliere questo come primo provvedimento. Se si vuole promuovere la rinascita di Chieti, bisogna ripartire dal passato e dal rispetto della cultura storica di questa bellissima Città".

Servizio di Luigi Buracchio

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Salvor Hardin
    Salvor Hardin

    Beh si va bene, però quelle scritte servono a chiarire le cose a chi non le conosce, non ad aumentare la confusione nei, peraltro pochi, turisti. Chi conosce la storia sa pure che Chieti si chiamava Teate e quindi la correzione è pleonastica altrimenti penserà che quel tipo non è di Chieti, ma di Teate (chissà dov'è, forse all'estero). Il turista troverà indicazioni e targhe della Valle dei Templi di Agrigento, non di Akragas e nessuno a Lione si sognerebbe di dedicare una strada al "loro" imperatore romano Claudio chiamandolo Tiberio Claudio Cesare Augusto Germanico nato a Lugdunum...

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento