← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Non ci sono i bagnini: la piscina comunale non si può usare da prima di Capodanno

Via Maestri del Lavoro · Chieti Scalo

La piscina comunale: di male, in peggio. Segnalo, da abbonato, che dal 2 gennaio scorso, la piscina comunale, per i tanti frequentanti che hanno sottoscritto un salato abbonamento annuo (400 euro più 30 euro di iscrizione) per poter praticare l’attività del nuoto libero, risulta impraticabile per l’assenza dei bagnini addetti al salvamento.

Senza alcun avviso o spiegazione, questa è l’ennesima perla dell’amministrazione Di Primio che sta offrendo non di più come aveva sbandierato nella campagna elettorale che gli ha consentito di rivincere le elezioni amministrative scorse, ma di meno. L’abbonamento annuo per il nuoto libero, che prima valeva dal 1° settembre al 31 agosto dell’anno successivo, per questa stagione è entrato in vigore il 16 settembre e si concluderà il 30 giugno 2020. Tra giorni dedicati a gare e/o ad avvenimenti di vario tipo, con l’attuale chiusura della quale non si capisce ancora la conclusione, di fatto gli abbonati rischiano di perdere almeno un mese di frequenza e sarebbe opportuno che la gestione dell’impianto ne tenesse conto per prolungare, almeno fino al 31 luglio, la validità dell’abbonamento anche per non avere un indiretto e ingiustificato danno economico. Giustino Zulli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Grande Persona Giustino Zulli ho avuto il piacere di conoscerlo in Piscina , saluti da Alessandro Marcucci Assistente Bagnanti

    • Ti ringrazio e ricambio i tuoi saluti rammaricandomi di non averti rivisto alla ripresa delle attività, quale Assistente Bagnanti che, come sicuramente starai seguendo, si stanno coprendo di ridicolo a causa di una amministrazione comunale fatta da incompetenti e incapaci.

  • Io cambierei struttura: non è poi così difficile trovarne di più serie, affidabili e funzionali; qui, per quei sognatori che non l'avessero ancora capito, si ha a che fare con dei buffoni e con dei maneggioni che gli reggono il gioco.

    • La mia opinione è che quando le cose non vanno, come a Chieti e non solo per la gestione della piscina comunale perché di problemi ancor più seri ne esistono in quantità industriale, non bisogna andare altrove ma lottare per fare in modo che vengano superate le tante cose che non vanno, anche segnalandole e non voltarsi dall'altra parte. Giustino Zulli

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento