← Tutte le segnalazioni

Altro

Ordine del giorno per il "Masci": intervista a Di Salvatore

Tratto da www.censorinoteatino.blogspot.it


Grande polemiche suscitate nell'opinione pubblica teatina per la decisione della Provincia di Chieti, in particolare dell'Assessore provinciale all'Istruzione Carla Di Biase, di trasferire alcune classi del Liceo Scientifico "Masci" di Chieti dalla sede centrale a Chieti Scalo in una parte dell'immobile che ospita attualmente gli studenti del "De Sterlich", Recentemente abbiamo anche intervistato l'Assessore Di Biase per capire le ragioni che hanno portato l'amministrazione provinciale a prendere questa decisione, e abbiamo girato un video durante l'assemblea sull'argomento, tenutasi nell'aula consigliare della sede provinciale di Corso Marrucino, a cui hanno preso parte l'Assessore al ramo, una esponente della direzione scolastica del "Masci", alcuni rappresentanti dei professori, una rappresentanza di genitori preoccupati e gli studenti del liceo teatino
Sembrava che alla fine tutti avessero accettato la decisione di spostare alcune classi dello scientifico, per cause di forza maggiore, nella sede scalina, e nei giorni scorsi è uscita anche la notizia dell'adattamento delle corse delle società che gestiscono i trasporti pubblici urbani ed extraurbani alle nuove esigenze di coloro che dovranno trasferirsi dal centro storico di Chieti alla Colonnetta. Ma, in realtà, le polemiche non si sono mai placate. In questi giorni, sollecitato da alcuni rappresentanti dei genitori e da alcuni studenti, sul "piede di guerra" e pronti a battagliare per far riavere una sede unica al "Masci", Renato di Salvatore, Consigliere Comunale del Pd teatino, ha presentato un ordine del giorno per impegnare "il Sindaco e la Giunta a fare quanto in loro potere, entro sei (6) mesi, per far si che,per l'anno scolastico 2015-2016, il Liceo Scientifico possa essere riunificato utilizzando una struttura idonea".



INTERVISTA A RENATO DI SALVATORE: https://www.youtube.com/watch?v=mfTlJbxSqu8

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento