← Tutte le segnalazioni

Disservizi

I COMMERCIANTI DI VIALE ABRUZZO SCONTENTI PER LE PROMESSE NON MANTENUTE

Viale Abruzzo · Chieti Scalo

Tratto da www.censorinoteatino2013.blogspot.it

Nella foto i portavoce dei commercianti di Viale Abruzzo sul "piede di guerra"

Grande successo per la "Notte Bianca" del Maggio Teatino 2015, sviluppatasi fra Viale B.Croce, Via De Virgiliis, Piazzale Marconi, Via Scaraviglia e Viale Abruzzo, con migliaia di persone in giro tutta la notte, affollando quello che il Sindaco Di Primio ha definito il "Corso Tiburtina".

Ma, non tutti sono contenti allo Scalo e c'è chi si lamenta di promesse fatte che non sarebbero state mantenute da parte del l'Amministrazione Comunale.

È questo è il caso dei  commercianti del secondo tratto di Viale Abruzzo (quello che va dal Bivio di Via Ortona a Santa Filomena) che dopo la protesta del febbraio 2014, sono tornati nuovamente sul "piede di guerra", puntando il dito contro il Comune di Chieti.

A tal proposito, va ricordato che con un espoto - denuncia, datato 5 febbraio 2014, indirizzato al Prefetto, al Sindaco, agli Assessori al Commercio e ai Lavori Pubblici, al Delegato comunale allo Scalo, al Comando dei Vigili Urbani, ai rappresentanti delle associazioni di categoria e ovviamente agli organi d'informazione, un nutrito gruppo di commercianti di Viale Abruzzo ha chiesto tra l'altro: il rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi, la risoluzione del problema dei parcheggi, e di quello della viabilità, una maggiore illuminazione e cura delle suppellettili stradali.

Ma, queste problematiche, secondo quanto sostengono i rappresentanti dei suddetti commercianti, a distanza di oltre un anno, non sono state ancora risolte; in particolar modo, i Lavori Pubblici promessi all'epoca, durante un incontro alla Sala del Consiglio Comunale col Sindaco e gli Assessori ai Lavori Pubblici e al Traffico e alla Viabilità, sono partiti, ma hanno interessato praticamente solo il primo tratto di Viale Abruzzo, quello da Piazzale Marconi al bivio con Via Ortona, mentre nella restante parte dell'importante arteria cittadina, l'asfalto, l'illuminazione, i marciapiedi e le suppellettili urbane sono rimaste pressocchè uguali. Per quanto concerne il problema dei parcheggi e della viabilità, nulla è cambiato in meglio, tranne che una maggiore tolleranza dei Vigili Urbani registratasi da un anno a questa parte. Per quanto concerne l'organizzazione di eventi durante le festività, una "rondine non fa primavera" e i commercianti hanno imparato a fare da soli, come con i Babbi Natali musicisti della vigilia di Natale 2014.

Pertanto, i negozianti del secondo tratto di Viale Abruzzo, quello che va dal bivio di Via Ortona a Santa Filomena, sono scesi di nuovo sul piede di guerra e chiedono "fatti e non parole", minacciando nuovamente clamorose iniziative, come ad esempio lo sciopero fiscale, perché non vogliono sentirsi più cittadini e commercianti di Serie B.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento