← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Comune che vai, illuminazione che trovi: a Chieti figli di un Dio minore?

Comune che vai illuminazione che trovi. In questo servizio, il signor Gaetano (portavoce di un gruppo di cittadini di Chieti) ci segnala come cambia diametralmente la situazione dell'illuminazione pubblica fra strade attigue, alcune nel territorio del Comune di San Giovanni Teatino altre in quello di Chieti, in località Dragonara, divisa amministrativamente fra i due centri urbani.

La prima foto è stata scattata a Chieti in Via Unità d'Italia nei pressi di un importante pub della città le cui luci dell'insegna sono l'unica fonte di illuminazione della strada che è completamente al buio la sera.

La seconda è stata scattata in Via Pietro Nenni a San Giovanni Teatino che è la continuazione di Viale Unità d'Italia e come si vede qui la situazione è diametralmente opposta, nonostante ci si trovi a pochi metri di distanza, l'illuminazione pubblica è perfettamente funzionante.

Nella terza foto, invece siamo a Chieti in Via Villa Franca, dove il tratto di strada che passa sotto il cavalcavia della bretella dell'Asse Attrezzato diretto verso il Capoluogo teatino è completamente avvolto nelle tenebre. La notte è pericoloso perchè ci sono anche drogati e malintenzionati che approfittano della scarsità dell'illuminazione e le unice luci pubbliche sono quelle della sovrastante strada statale che però a volte sono spente soprattutto quando c'è maltempo.Capita sovente che i residenti debbano rivolgersi anche all'Anas per chiedere il ripristino del funzionamento dell'illuminazione.

Nella quarta foto, siamo a pochi metri da Via Villa Franca, nella parallela Via Lucania che passa sempre sotto al suddetto cavalcavia dell'Asse Attrezzato, ma è nel Comune di San Giovanni Teatino. Qui, l'illuminazione pubblica è presente e la strada è ben illuminata.

A tal proposito, il nostro segnalatore si chiede: perché le suddette strade del Comune di San Giovanni Teatino hanno la pubblica illuminazione e quelle del Comune di Chieti no? Perché questa differenza di trattamento? I cittadini di Chieti sono forse figli di un dio minore?

Tratto da www.censorinoteatino2013.blogspot.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • si vede che in questi ultimi mesi non sono state fatte multe a sufficienza a Chieti per comprare le lampadine o che i soldi delle multe sono bastati appena a pagare gli stipendi dei dipendenti comunali..... avevo sentito di un assessore che girava con le lampadine in macchina, forse le ha finite.

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento