← Tutte le segnalazioni

Altro

I chiarimenti dell'Inps sui ritardi nella riconferma della pensione di invalidità di un teatino

Martedì 18 agosto 2020, il "Censorino Teatino al Servizio del Cittadino" ha segnalato il ritardo della riconferma di un assegno ordinario di invalidità, categoria IOART n. 34022344, intestato a un cittadino di Chieti di 59 anni, marito e padre di tre figli, nonostante la domanda sia stata presentata e pervenuta il 2 luglio per via telematica tramite patronato, nei termini previsti dall'Inps del 31 luglio 2020, data di scadenza dell'assegno triennale di invalidità, come indicato nella nota Inps n. 2300.01/01/2020.0000045 del 1 gennaio 2020.

Come si evince dalla suddetta nota dell'Inps, la domanda di rinnovo se viene presentata entro la scadenza dell'assegno non dovrebbe comportare alcun ritardo nel pagamento della pensione. Pertanto, abbiamo chiesto all'Inps i motivi dei ritardi nel rinnovo dell'assegno di invalidità. A tal proposito, ci è arrivato un chiarimento dal dott. Angelo Mucci, dirigente medico I livello Inps di Chieti che ha spiegato: "A proposito della segnalazione circa i ritardi della definizione della pratica di pensione Inps in oggetto, vi comunico che effettivamente il signore ha mandato la richiesta di revisione il 2 luglio 2020, tuttavia la pratica dall'Ufficio Amministrativo è stata trasmessa all'Ufficio Sanitario per essere lavorata solo il giorno 7 agosto, la medesima poi è stata inoltrata per essere lavorata il giorno 13 agosto con richiesta di documentazione che è stata allegata il 14 agosto e il giorno 19 agosto è stata definita, ritengo in tempi più che ragionevoli considerando anche il periodo feriale e le difficoltà derivanti dallo smart working".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento