← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Ancora rubinetti a secco allo Scalo: lo sfogo amaro di una turista

Viale Benedetto Croce 1 · Chieti Scalo

L'erogazione idrica continua a essere un problema nella parte bassa della città di Chieti. Se d'estate per i residenti di alcuni quartieri farsi la doccia in alcune fasce orarie diventa un incubo alla ricerca dell'ultima goccia, il problema si presenta con identico disagio anche in inverno. A ChietiToday si è rivolta una lettrice, tornata in città per le vacanze natalizie, che racconta il suo stupore e la rabbia, per una situazione che non accenna a migliorare dopo anni. Di seguito il suo racconto.

"Sono di Chieti, ma da diversi anni vivo a Roma. A Natale sono tornata a Chieti Scalo per trascorrere le festività con i miei cari. Non sapevo della mancanza di acqua tutti i giorni dall'1 alle 5. La mattina di Capodanno mi sono sentita una Cenerentola ritardataria: difatti, non essendo rientrata a mezzanotte, purtroppo, non mi sono potuta lavare. Chiedo, se qualcuno mi può rispondere, di avere ridotta la fattura della fornitura di acqua del 20%. Se il servizio non viene garantito per tutto l'arco della giornata, intendo pagare solo per il periodo di erogazione. Per non parlare del disagio arrecato ai soli cittadini di Chieti Scalo, visto che a Chieti e Brecciarola questo non accade". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Salvor Hardin
    Salvor Hardin

    L'intervistata è una turista oppure una teatina che risiede a Roma? Sono cose differenti. Dato che si fa una precisa accusa all'amministrazione comunale che, a quel che sembra nell'articolo, da sempre ha trascurato questa eterna mancanza d'acqua, per quale motivo l'estensore dell'articolo non si è attivato per sapere "perché" succede questo (lamentato ormai da pochi in quanto tutti i palazzi dello Scalo saranno, ovviamente, ormai dotati di autoclave)?

    • Avatar anonimo di Mariagrazia
      Mariagrazia

      La mancanza di acqua è dovuta  sempre ad una cattiva / assenza di manutenzione delle condutture idriche. Nelle fatture detti costi ci vengono addebitati perché dovremmo acquistare auotoclavi e non pretendere che i nostri amministratori provvedano a risolvere i problemi in modo definitivo e non semplicemente tagliare servizi essenziali ai cittadini  

      • Avatar anonimo di Salvor Hardin
        Salvor Hardin

        Già. Ma le colpe sono solo dell'amministrazione comunale teatina? Nella gestione delle acque domestiche gli attori sono parecchi, e chi comanda, nonchè la destinazione finale dell'acquedotto (che deve avere acqua a profusione), è più a est. Le colpe sono senz'altro del comune di Chieti. Ma anche no. Saluti.

  • è un problema che va avanti da anni e nessuno fa qualcosa per risolverlo. Pensate ai disagi per chi è malato, per gli anziani, per chi ha bambini piccoli, per qualsiasi problema possa verificarsi di notte e non c'è acqua. VERGOGNOSO.

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento