Venerdì, 23 Luglio 2021
social

Rocca San Giovanni: cosa vedere nell’antica fortezza sul mare

Un’antica fortezza medievale

@comuneroccasangiovanni Via Facebook

Situata su un colle roccioso, a 154 sul mare, Rocca San Giovanni era un’antica fortezza medievale situata nella provincia di Chieti. La sua fondazione, stando al diploma firmato all’imperatore Enrico III indirizzato al monastero di San Giovanni in Venere, risale al 1047, ma le prime tracce del nucleo abitato appartengono al 1076.

È completamente circondata da campi coltivati e nel Medioevo vantava una imponente cinta muraria e tre torri quadrangolari. Lo scopo era dare rifugio ai monaci dell’abbazia di San Giovanni in Venere. Delle mura ormai restano solamente alcuni resti, mentre le torri merlate sono ben rappresentate nello stemma municipale. L’ultima torre è stata distrutta nel 1943 durante un attacco bellico.

Cosa vedere a Rocca San Giovanni

A Rocca San Giovanni, uno dei borghi più belli di Italia, è possibile ammirare splendidi capolavori storici e assaporare ottime specialità culinarie, oltre che lasciarsi incantare dallo splendido paese e dalla natura circostante.

La chiesa di San Matteo Apostolo è assolutamente da visitare per godere della vista delle navate in stile romanico.

Il palazzo municipale conserva una raccolta di opere d’arte, tra sculture, incisioni e pitture.

Il centro storico del paese e la terrazza panoramica meritano una passeggiata così come Vallevò, contrada di Rocca San Giovanni, da cui ammirare i magnetici e affascinanti trabocchi e lo spettacolo della costa abruzzese.

Rocca San Giovanni è anche un patrimonio del gusto: due cantine che producono vini Doc Montepulciano d’Abruzzo e Trebbiano d’Abruzzo, olive e arance ma la specialità del posto è la palazzole. Si tratta di un piatto tipico della tradizione marinara a base di acciughe (o sardine) mollica di pane, aglio, prezzemolo e olio evo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rocca San Giovanni: cosa vedere nell’antica fortezza sul mare

ChietiToday è in caricamento