menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@lachirico.it

@lachirico.it

In Abruzzo è stato registrato il maggior incremento di ricerche online

In Italia l’aumento è pari al +21%, ma la nostra regione segna un +38%

Pandemia e shopping online sono andati di pari passo lo scorso anno. Non c’è da stupirsi se abbiamo assistito a un vero e proprio boom di ricerche online e la regione che ha registrato l’incremento maggiore è stato l’Abruzzo.

In Italia l’aumento è pari al +21%, ma la nostra regione segna un +38%. Tuttavia nel 2020 gli acquisti online sul territorio nazionale hanno raggiunto i 30,6miliardi di euro, segnando un calo del 3% rispetto al 2019.

Cos’hanno cercato gli italiani e gli abruzzesi sul web? Disinfettanti, prodotti per la salute e notebook, il tutto in linea con l’emergenza Covid, smart working annesso; anche gli smartphone continuano a essere tra i beni più desiderati.

Analizzando le ricerche effettuate dagli utenti (circa 280milioni tra gennaio e dicembre 2020) il 41% del totale si è concentrato su 15 categorie specifiche: smartphone e integratori, seguiti a sorpresa dai notebook che scalano la classifica dalla 9° posizione a discapito di sneakers (che invece perdono posizione, da 3° alla 7°). Anche la categoria frigoriferi e congelatori registra una crescita rilevante (dal 7° posto passa al 4°), al contrario di borse che dalla 10° posizione del 2019 esce invece dalla classifica.

Le variazioni nelle top categorie rispetto al 2019 dimostrano come l’emergenza Covid-19 abbia impattato concretamente sulle abitudini degli italiani e sulle loro reali necessità: i nuovi stili di vita (lo smart working e il maggiore tempo trascorso in casa che hanno permesso di dedicare più cura a se stessi e alla propria salute) hanno favorito specifiche categorie - come ad esempio l’abbigliamento da lavoro che include anche i Dpi e le mascherine facciali - rispetto ad altre risultate più popolari in passato.  

Identikit degli utenti

L’identikit fornito da Trovaprezzi.it conferma una tendenza già rilevata in precedenza: anche nel 2020 la maggior parte delle ricerche totali (il 58%) è stata effettuata da uomini.

Durante i mesi di aprile e maggio, però, la quota di ricerche effettuate dalle donne è cresciuta fino al 46%, mentre la maggiore attività degli uomini si è concentrata a novembre, quando è arrivata a rappresentare il 66%.

Confrontando i valori assoluti con quelli registrati nel 2019 emerge una rilevante crescita di ricerche effettuate non soltanto dal sesso maschile (oltre 162milioni nel 2020 con un +18% rispetto al 2019), ma anche da parte delle donne (+24% rispetto al 2019 per un totale di circa 118milioni).

Gli utenti più attivi hanno un’età compresa tra i 25 ed i 34 anni (25% sul totale degli utenti), ma nel 2020 è cresciuto sensibilmente anche l’interesse da parte dei giovanissimi (18 e i 24 anni) che raggiungono un +112% rispetto al 2019, e in misura minore anche degli over65 (+37%).

Lombardia, Lazio e Campania hanno contribuito a più della metà delle ricerche totalizzando complessivamente circa il 51% del totale, con Milano sempre in testa su Roma (oltre 48milioni di ricerche e un +22% rispetto al 2019).

La regione in cui si è registrato il maggior incremento di ricerche rispetto all’anno precedente è stato l’Abruzzo (+38%) seguito dalla Toscana (+35%), Sardegna e Calabria (+30%).

Le città con un incremento di ricerche degno di nota sono state: Giugliano in Campania (+164%), Cernusco sul Naviglio (+161%), Altamura (+155%), Cesano Maderno e Senigallia (+150%), Desio (+149%), Foligno (+137%), Pordenone e Fano (+131%), Prato (+124%), Treviglio (+111%), Acireale (+100%), evidenziando un possibile “effetto smart working” che ha spinto la crescita delle cittadine di medie-dimensioni.

Prodotti del desiderio

Le ricerche effettuate da dispositivi mobili hanno raggiunto complessivamente il 70% delle ricerche totali (smartphone 65% e tablet 5%). Durante il mese di agosto la quota di ricerche da smartphone è arrivata al 69%; al contrario a marzo e aprile è cresciuta quella da desktop (33% e 32% rispetto al totale delle ricerche).

I prodotti che hanno riscosso maggior successo l’iPhone 11, che ha spodestato Samsung come top brand per gli smartphone (in cima alla classifica sia nel 2018 con Galaxy S9 64GB che nel 2019 con Galaxy A50 128GB), mentre le Saucony Jazz Original e Armolipid Plus restano in testa alle ricerche rispettivamente di Sneakers ed Integratori. In seconda posizione tra i prodotti più cercati fa il suo ingresso Amuchina Gel X-Germ Disinfettante Mani, in piena tendenza con il periodo difficile che ancora stiamo vivendo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento