Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

#NonCiFermaNessuno, alla d'Annunzio la risposta di Abete al Covid - VIDEO

L'inviato di Striscia la notizia: “Affrontiamo le salite impervie della vita con la stessa energia e passione di uno scalatore”

 

#NonCiFermaNessuno fa tappa all'università ‘G. d’Annunzio’ con Luca Abete e l'ospite Annalisa MInetti.

“Il Covid ha lasciato le nostre vite in sospeso costruendo intorno a noi un muro di incertezze, paure e solitudine. I vostri sogni sono al momento solo prigionieri di un tempo scandito da emergenze e restrizioni. Vostro compito è allenarvi, studiare e non smettere mai di aver fiducia in voi stessi. Le salite impervie esaltano gli scalatori ed il Covid è una di quelle da superare con grande energia. Il futuro vi aspetta!” il messaggio dell'ideatore agli studenti dell'Ud'a.

A rafforzarlo, le parole del rettore Sergio Caputi: “Questo appuntamento è sempre attesissimo. E’ in grado di portare una ventata di entusiasmo quanto mai necessaria”. Sulla stessa linea d’onda, Augusta Consorti, prorettrice dell’ateneo: “Qui le porte sono sempre aperte per chi porta quel buon umore capace di consentire ai ragazzi di affrontare momenti delicati. Mi sento ormai parte di questa campagna sociale e con me anche l’università!”.

Entusiasmo e speranza hanno ritmato ogni momento del digital talk grazie anche alle domande e ai racconti dei ragazzi. 

Particolarmente apprezzati i contributi degli studenti Raffaele, Christian, Pierluigi, Riccardo e Sara che hanno arricchito i momenti più serrati del talk.

Il Premio #NonCiFermaNessuno, che valorizza le storie provenienti dalle università, è andato ad Agnese Fusco autrice di una tesi di ricerca dal risultato significativo: “Ho scoperto che in Italia esiste un grande gap tra offerta e domande di lavoro. La mia tesi è diventata un vademecum con preziose indicazioni per tutti i neo laureati in cerca di occupazione”. Oltre al manufatto prodotto dagli artigiani di Polilop, ad Agnese è andato anche un corso in social media ai fini commerciali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento