social

In Abruzzo si mett lu sonn mpett ai neonati: a cosa serve questa usanza?

Una delle più antiche è affascinanti usanze abruzzesi

@unsplash

Una delle più antiche è affascinanti usanze abruzzesi è quella di mett lu sonn mpett ed è riservata esclusivamente ai neonati. Trasmessa di generazione in generazione, si tratta di una tradizione che servirebbe a dare e augurare al nuovo nato il meglio.

Nel dettaglio questa usanza prevede di mettere letteralmente dei soldi sotto il cuscino o il materassino della culletta del neonato. A farlo saranno le persone che, generalmente, sono vicine alla famiglia del piccolo, quindi nonni, zii o amici stretti.

Mettere i soldi (senza busta) dove giace il bimbo significa augurargli un “buon sonno”, sinonimo anche di un altro modo di dire abruzzese: mett la pac (mettere la pace).

Mett lu sonn è accompagnato anche da altri riti beneaugurali quali dare al neonato del sale per donargli sapienza, uova per la parola e anche pane per la pazienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Abruzzo si mett lu sonn mpett ai neonati: a cosa serve questa usanza?

ChietiToday è in caricamento