social

Go Wine presenta la nuova guida Cantine d’Italia 2023: i premiati in Abruzzo

830 cantine selezionate, 8 Premi Speciali, 251 Impronte Go Wine

Giovedì 1° dicembre si è tenuto l’evento di presentazione e premiazione della nuova edizione di Cantine d’Italia 2023, la guida per l’enoturista a cura di Go Wine. All’interno sono ci sono 830 cantine selezionate, 251 “Impronte d’eccellenza” per l’enoturismo, oltre 4.550 vini segnalati, circa 1.600 indirizzi utili per mangiare e dormire.

Non una classica e tradizionale guida ai vini ma un percorso per vivere una o più esperienze all’insegna del buon vino e non solo.

La cantina, nel corso degli anni, è diventata a pieno titolo un luogo di promozione del territorio, perché invita al viaggio e comunica con la sua realtà un’identità territoriale fatta di tutto quanto ruota attorno: il paesaggio, i vigneti, la tradizione del luogo, i borghi.

 La nuova guida, quindi, non si rivolge solo a super appassionati ed esperti del vino ma anche a chi è alle prime armi e vuole approcciarsi a questo mondo.  

«Vi è un obbiettivo di fondo che anima questa guida – dichiara Massimo Corrado, presidente di Go Wine e direttore editoriale – raccontare attraverso l’Italia del vino una bella idea d’Italia, uno dei volti più belli del nostro Paese. Vigneto e vino ci conducono in ogni regione, in tantissimi siti ed angoli del Paese. La cantina è la meta, il luogo animato dove storie di vini e persone si intrecciano, dove il vino è la chiave per ascoltare il racconto di un luogo, di una terra, respirandone le atmosfere».

 Nelle sue linee generali il volume si presenta come un articolato repertorio di cantine, presentate in ordine alfabetico per regione, ricco di dati e riferimenti. Un repertorio che si aggiorna in ogni edizione, con nuovi inserimenti ed alcune esclusioni. E con 11 cantine che ottengono per la prima volta il riconoscimento de L’Impronta.

Da nord a sud si tratta di: Cascina Alberta (Piemonte), L’’Astemia Pentita (Piemonte), Kettmeir (Alto Adige), La Tordera (Veneto), Gigante (Friuli Venezia Giulia), Pakravan Papi (Toscana), Tenuta Argentiera (Toscana), Tenute Silvio Nardi (Toscana), Sant’Andrea (Lazio), Emidio Pepe (Abruzzo), Conti Zecca (Puglia).  

Nella speciale classifica per regioni, che ogni anno si aggiorna, si conferma ai vertici la Toscana con 53 impronte, seguita da Piemonte (44) e Veneto (35).

Sono 16 nella edizione 2023 le cantine che raggiungono il vertice delle “Tre Impronte Go Wine”. Il parterre comprende:

Badia a Coltibuono (Toscana); Bellavista (Lombardia); Ca’ del Bosco (Lombardia); Capezzana (Toscana); Castello Vicchiomaggio (Toscana); Ceretto (Piemonte); Donnafugata (Sicilia); Feudi di San Gregorio (Campania); Ferrari (Trentino); Florio (Sicilia); Fontanafredda (Piemonte); Lungarotti (Umbria); Malvirà (Piemonte); Masciarelli (Abruzzo); Planeta (Sicilia); San Felice (Toscana).  

La guida assegna infine 8 “Premi Speciali”: intendono porre in evidenza alcuni temi della Guida e attribuire riconoscimenti a cantine che hanno raggiunto particolari livelli di eccellenza in determinati ambiti. Ecco la sequenza dei premi speciali di Cantine d’Italia 2023:

  • Premio “Alto Confort” per il Relais aziendale dell’anno:
  • Palas Cerequio – Michele Chiarlo (Calamandrana, Piemonte);
  • Premio “Cantine Golose” per la Tavola aziendale dell’anno:
  • Giardino L’Olivella – L’Olivella (Frascati, Lazio);
  • Premio “Cantine Meravigliose” per l’EnoArchitettura dell’anno:
  • Castello di Spessa (Capriva del Friuli, Friuli Venezia Giulia);
  • Premio Enocultura:
  • Museo della Civiltà del Vino Primitivo – Produttori di Manduria (Manduria, Puglia);
  • Premio “Autoctono si nasce”:
  • Lambrusco di Sorbara Radice - Paltrinieri (Sorbara, Emilia Romagna);
  • Premio “Buono…non lo conoscevo!”:
  • Toscana igt Rosso Colorino del Corno – Tenuta Il Corno (San Casciano Val di Pesa, Toscana);
  • Premio “Vini Storici d’Italia”:
  • Montepulciano d’Abruzzo – Emidio Pepe (Torano Nuovo, Abruzzo);
  • Premio “Gioacchino La Franca”, riconoscimento della Community dei soci Go Wine per l’esperienza in cantina dell’anno: Tenuta Sant’Antonio (Mezzane di Sotto, Veneto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Go Wine presenta la nuova guida Cantine d’Italia 2023: i premiati in Abruzzo
ChietiToday è in caricamento