social Roccamontepiano

Lo spettacolo dei fuochi di San Giovanni illumina l'estate roccolana

Tradizione e devozione a Roccamontepiano. Un appuntamento che si rinnova nella notte tra il 23 e il 24 giugno

L'ultima notte del paese e la vigilia di una delle tradizioni più antiche. Anche quest'anno Roccamontepiano rivive la notte di San Giovanni con il "palio dei fuochi", all'interno del parco naturale della Grava.

A 253 anni dalla distruzione del paese, la comunità roccolana torna a radunarsi nel sito che fu la sede dell'antica Rocca andata distrutta  la mattina del 24 giugno 1765. Un momento di tradizione e devozione in ricordo della frana del 1765.

L'appuntamento è per sabato 23 giugno alle 19,30: dopo la santa messa si terrà la fiaccolata delle rupi di Montepiano seguita, alle 21, dal consumo del "cumberzione", il pasto frugale della mietitura. Poi l'accensione dei fuochi di San Giovanni.

La festività, organizzata dalla pro-loco e dal Comune di Roccamontepiano con la collaborazione di tutte le associazioni, vede la partecipazione di tutta la comunità, i giovani e i capicontrada che organizzano le varie squadre che ambiscono e concorrono per la vittoria del "palio", uno stendardo che da diciotto anni passa di mano in mano nelle varie contrade vincitrici del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spettacolo dei fuochi di San Giovanni illumina l'estate roccolana

ChietiToday è in caricamento