menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bambini e adolescenti chiusi in casa per il Coronavirus: i consigli della psicologa

Cercare di non generare ansie e preoccupazioni nei più giovani, coinvolgerli in attività di vario tipo, aiutarli a comprendere e affrontare il momento delicato

I giorni di reclusione forzata a causa dell'emergenza Coronavirus sono una prova difficile per gli adulti, ma ancora di più per bambini e adolescenti, che perdono i loro ritmi quotidiani, il contatto con gli amici, gli impegni che scandiscono le loro settimane. La psicologa Mara Cicchilliti ha stilato una serie di consigli per affrontare al meglio questo periodo difficile con i più giovani.

Molti potrebbero pensare che sia piu? utile tutelare i bambini e proteggerli dalla paura che attanaglia molti di noi, semplicemente nascondendogli la verita? dei fatti. Ma bisogna tenere presente che i bambini non sono meno intelligenti di noi e che notano tutto, inoltre l’incertezza e il segreto rischierebbero di alimentare le paure del bambino. Invece, dicendo loro la verita?, li aiutiamo ad avere piu? chiara la situazione e questo sicuramente li aiutera? a capire. Bisogna quindi spiegare loro chiaramente cosa sta succedendo, che cos’e? il Coronavirus, come si trasmette, quali sintomi puo? portare e come ci possiamo difendere, facendo luce sull’importanza di rimanere a casa per combattere contro questo nemico invisibile.

Per i bambini piu? piccoli si possono anche utilizzare storielle create ad hoc per far in modo che sia piu? chiaro e comprensibile. Importante e? anche responsabilizzare il bambino spiegandogli, ad esempio, come vanno lavate le mani e facendo in modo che lo faccia da solo regolarmente. Oltre a dire la verita? ai bambini, possiamo aiutarli ad alleggerire il peso della quarantena forzata organizzando le loro giornate: i bambini, infatti, sono abituati ad avere una regolare routine della quale non bisogna privarli. È importante, infatti, che l’indomani sia un giorno prevedibile e non incerto per loro, quindi puo? essere utile organizzare la sera le attivita? da svolgere il giorno seguente, oppure la domenica per la settimana successiva. Tra le attivita? che si possono alternare nell’organizzazione della giornata dei piu? piccoli bisogna comprendere sicuramente le attivita? istruttive. Il bambino infatti non deve sentirsi in vacanza, ma continuare a impegnarsi, attraverso le lezioni online oppure attivita? e compiti con i genitori. Non bisogna pero? appesantire il bambino facendolo studiare tutto il giorno, la cosa importante e?, infatti, alternare le varie attivita?, perche? ognuna di esse ha una funzione differente e necessaria per il benessere dei nostri piccoli.

Incorporare, quindi, nella routine quotidiana anche attivita? ludiche, giochi da tavola, dipinti, puzzle, ma anche attivita? nuove e stimolanti, come ad esempio giochi di societa? in famiglia, inscenare talent show, per chi ha un giardino puo? essere utile anche includere attivita? all’aria aperta, come la raccolta di fiori o foglie per preparare dei lavoretti. Anche il gioco e? importante, infatti esso e? lo strumento principale attraverso il quale il bambino si esprime, comunica e apprende, oltre ad essere un mezzo che ha l’adulto per entrare nel suo mondo interno. Importante e?, inoltre, fare attenzione a includere anche attivita? in cui il bambino si muove di piu?, come aiuto nelle pulizie domestiche oppure esercizio fisico.

Altre attivita? che si possono utilizzare con i bambini sono, ad esempio, la lettura di un libro o la narrazione di una storia, attivita? utili per stimolare l’immaginazione e le capacita? comunicative del bambino; si puo? anche chiedergli di fare un disegno sulla storia letta o ascoltata o sulle attivita? svolte durante la giornata, oppure per i bambini piu? grandi di scrivere un tema.

Per quanto riguarda gli adolescenti, bisogna tener presente che possono vivere con particolare difficolta? questa situazione poiche? si trovano gia? ad affrontare un momento molto delicato per il loro benessere psicologico e il fatto di non poter uscire contrasta con il loro forte bisogno di autonomia, indipendenza e bisogno di relazioni esterne alla famiglia.

Per questo motivo e? importante permettere di utilizzare i social network per restare socialmente connessi, ma e? importante stabilire un tempo limitato nell’uso di essi, controllando anche i contenuti ai quali sono esposti. Mi sento inoltre di sottolineare un altro importante punto da prendere in considerazione per migliorare il benessere dei bambini e facilitare il loro adattamento a questa situazione, ovvero il benessere del genitore. Infatti, per fare in modo che i bambini siano sereni e? necessario che i genitori siano sereni.

Bambini e adolescenti, infatti, tendono ad incorporare l’ansia e le preoccupazioni dei genitori, e devono percepirli come un supporto, una risorsa sulla quale poter contare sempre in questa situazione cosi? delicata. Infine un piccolo consiglio: ricordate sempre di riflettere sulle opportunita? di crescita che portano le avversita?. Inoltre non capita spesso di avere cosi? tanto tempo da dedicare alla propria famiglia, ai propri hobby e alla cura di se stessi e della propria casa, quindi fatene tesoro e approfittatene.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento