rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Scuola

La d'Annunzio fa il pieno di fondi per i dottorati: arrivano 1,5 milioni dal ministero

Approvato l'80% dei progetti presentati dall'ateneo teatino, che si colloca tra i primi dieci del centro-sud, primo in Abruzzo. Approvate 19 borse di studio relative al settore dei “Dottorati innovativi a caratterizzazione industriale”

L’università d’Annunzio registra un altro successo. L’ateneo ha ottenuto infatti l’approvazione di 19 borse di studio relative al settore dei “Dottorati innovativi a caratterizzazione industriale”, finanziate attraverso il Pon (Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014/2020) gestito dal ministero dell’Istruzione, dell’università e della Ricerca, per conto dell’Unione Europea. 

Alla d’Annunzio andrà oltre 1 milione e mezzo di euro, grazie all’approvazione dell’80% dei progetti presentati. Si è così collocata tra le prime dieci università del centro-sud, esattamente al nono posto, prima tra le abruzzesi.

"Registriamo un altro successo frutto della qualità del lavoro che viene svolto nel nostro ateneo - commenta Angelo Cichelli, direttore della scuola superiore d’Annunzio.

“I criteri stabiliti per l’assegnazione delle borse e dei relativi finanziamenti - aggiunge - sono attuati con grande rigore dall’Anvur (Agenzia nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca): questo testimonia la validità dei progetti presentati e approvati. Sono notizie che confortano la d’Annunzio per i grandi sforzi che sta facendo in direzione della sua crescita a livello nazionale e internazionale. E ci danno un evidente incoraggiamento a proseguire lungo questo percorso di promozione e di attuazione dei progetti di ricerca che comportano inevitabilmente una ricaduta di non breve periodo anche per l’economia del nostro territorio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La d'Annunzio fa il pieno di fondi per i dottorati: arrivano 1,5 milioni dal ministero

ChietiToday è in caricamento