menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolte 482 tonnellate di carta dalle scuole di Chieti, l'Infanzia del Tricalle in pole position

La scuola dell’Infanzia del Tricalle per il secondo anno consecutivo prima classificata con 56 tonnellate raccolte. Il concorso ha visto la partecipazione di tutte le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

Grande entusiasmo anche quest’anno per l’iniziativa “Raccolta Carta a Premi” organizzata dal Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi, coordinato da Carmela Caiani, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente e l’Assessorato alla Pubblica Istruzione. Il concorso ha visto la partecipazione di tutte le scuole dell’infanzia, le primarie e le secondarie di primo grado di Chieti. Nell’anno scolastico 2017/2018 tutti gli studenti hanno raccolto 482 tonnellate di carta.
 
La scuola dell’Infanzia del Tricalle, per il secondo anno consecutivo prima classificata, ha vinto un videoproiettore grazie alla strabiliante quantità di carta raccolta: 281 cassonetti pari a 56 tonnellate di carta.

“Il CCR, in collaborazione con l’amministrazione comunale e Formula Ambiente – hanno commentato l’assessore Giampietro e la coordinatrice Carmela Caiani - sono ben 11 anni che organizza per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado della città una raccolta della carta a premi. L’iniziativa piace moltissimo e con il passare degli anni ha avuto sempre più successo tra le scuole”. 

“La raccolta 2017/2018 - ha evidenziato l’assessore Bevilacqua – ha ottenuto risultati veramente incredibili: le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di Chieti hanno infatti raccolto circa 482 tonnellate di carta. Un dato che stupisce, soprattutto se analizziamo la quantità di carta raccolta dalle scuole dell’infanzia che in genere sono piccole e con poche sezioni rispetto alle scuole secondarie di 1° grado. Il dato, dunque, evidenzia in modo lampante che nelle scuole dell’infanzia è in atto un’opera di sensibilizzazione non solo rivolta agli alunni ma agli stessi genitori che raccolgono la carta e la portano a scuola”.

“I premi ottenuti dalle scuole, consistenti in materiale utile alle attività didattiche, come cartoncini, colle, colori, stampanti, lettori CD, computer, videoregistratori - evidenzia la coordinatrice Caiani - sono un incentivo molto forte per la competizione, considerata la scarsezza del materiale a disposizione dei Comprensivi, ma l’importante non è la motivazione alla raccolta bensì il risultato sempre più lusinghiero”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento