menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Quota 100: richiesta per la pensione di 763 docenti e 223 Ata

Per la Cisl scuola, è come se venisse meno il personale di 8 scuole di medie dimensioni. E il sindacato chiede un programma di assunzioni per i posti vacanti

Dopo l'allarme lanciato qualche settimana fa sui rischi che il ricorso alla quota 100 potrebbe creare per la scuola abruzzese, la Cisl inizia a parlare di numeri. Il segretario generale Cisl Abruzzo e Molise, Davide Desiati, spiega che si è registrato

in Abruzzo oltre il raddoppio delle domande di pensione.

Alle 433 domande di pensione (319 per docenti e 114 per il personale Ata) presentate nei normali termini prima della riforma, si sono aggiunte 553 domande, di cui 450 per la Quota 100, di 444 docenti e 109 Ata.

Più concretamente, è come se fosse venuto meno il personale docente ed Ata di 8 scuole di medie dimensioni.

Ma, puntualizza Desiati, lo scenario sarebbe potuto essere peggiore:

Nonostante la gravita? del problema, la scuola abruzzese puo? tirare un sospiro di sollievo perche? poco piu? dell’11% di potenziali aventi diritto ha deciso di avvalersi della nuova possibilita? di andare in pensione. Il danno economico e? stato il principale deterrente e, alla verifica dell’entita? della decurtazione sulla pensione, e? stato grande lo sconforto di chi aveva tanto sperato, dopo 38 anni di lavoro, di poter andare finalmente in pensione.

Adesso e? necessario creare le condizioni per sostituire il personale, quindi la Cisl scuola Abruzzo Molise chiede un programma di assunzioni su tutti i posti vacanti dal 1 settembre 2019 e l’immediata pubblicazione dei concorsi ordinari, per tutti gli ordini e gradi di scuola, per far fronte sia alle assunzioni nei prossimi anni. Sebbene il pericolo e? scampato al momento, comunque nei prossimi 4 anni andranno in pensione almeno i restanti 4.300 lavoratori che non hanno prodotto adesso domanda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento