menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Se vieni sospeso da scuola, vai a lavorare per la comunità: approvato protocollo Comune-istituto Mattioli

Chi riceverà sanzioni disciplinari superiori ai 15 giorni, si impegnerà in un percorso formativo e rieducativo

Niente più sospensioni da scuola per poter stare a casa a divertirsi. Da oggi, infatti, gli studenti dell'istituto Mattioli di San Salvo che dovessero ricevere sanzioni disciplinari superiori a 15 giorni, saranno coinvolti in percorsi di recupero in Comune, a beneficio di tutta la comunità cittadina. Un'iniziativa resa possibile dal protocollo d'iintesa approvato dalla giunta del sindaco Tiziana Magnacca, per la durata di tre anni.

Il documento prevede l’attuazione di percorsi formativi alternativi o contestuali alle sanzioni disciplinari che riguarderanno gli studenti. Il ragazzo allontanato da scuola per più di due settimane sarà coinvolto in un percorso formativo alternativo o contestuale alla sanzione ricevuta, coordinato con la famiglia, i servizi sociali e, nei casi che lo richiedano, con l'autorità giudiziaria. L'obiettivo, spiega il sindaco Magnacca è 

promuovere un pieno recupero educativo che miri alla all’inclusione, alla responsabilizzazione e al reintegro nella comunità scolastica.

Aggiunge il sindaco: 

Vogliamo con questa iniziativa evidenziare la funzione educativa della sanzione disciplinare con il recupero dello studente, attraverso attività di natura sociale, culturale e ambientale a tutto vantaggio della comunità nella quale frequentano le scuole superiori. Abbiamo trovato piena sintonia con la dirigente Costantini.


Il Comune di San Salvo si dovrà impegnare a fornire eventuali apparecchiature e attrezzature oltre a individuare un tutor per seguire il percorso dello studente nel periodo stabilito.

Il protocollo di intesa si inquadra all'interno di una serie di misure attivate dal Mattioli, in particolare nell'stituto professionale, per promuovere la legalità, il diritto allo studio, il benessere di studenti e docenti. In particolare, i professori saranno coinvolti in percorsi di formazione sulla gestione della classe  e sulla didattica cooperativa e inclusiva, in collaborazione con formatori ed enti qualificati.

Inoltre, sono state acquistate attrezzature nuove per aumentare la dotazione  tecnologica delle aule e favorire così  strategie didattiche innovative, coinvolgenti e motivanti. L'organico dei docenti delle classi del biennio, grazie al potenziamento, è stato riorganizzato in modo da garantire la possibilità di lavorare per gruppi e attivare i progetti formativi individualizzati previsti dalla riforma degli indirizzi professionali, partita proprio quest'anno. Infine, su richiesta del Mattioli, il comando della Polizia locale garantisce ogni giorno la necessari vigilanza davanti alla scuola all'ingresso degli studenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento